Corso di laurea magistrale in Lingue per la didattica innovativa e l’interculturalità – Indirizzo Editoria e giornalismo digitale

Classe di laurea: LM-37
Anno accademico: 2024/2025
Durata: 2 anni
Accesso: Libero previa verifica dei requisiti di accesso
Modalità: Prevalentemente a distanza
Visore META:  in dotazione alle matricole per accedere a laboratori di realtà virtuale e aumentata e allenarsi alle professioni
Presidente del corso di studi: Salvatore Patera
Orario di ricevimento: giovedì, ore 14:30-16:30

L’indirizzo Editoria e giornalismo digitale persegue l’obiettivo di preparare figure che, con una forte competenza linguistica in una o due lingue straniere, vogliano avvicinarsi al mondo della stampa e della comunicazione sociale, considerando sia il campo editoriale (Letteratura italiana per l’editoria, Editoria italiana e storia del libro) sia quello giornalistico (Giornalismo digitale, Scrittura creativa e digital storytelling).

Le immatricolazioni al Corso per l’a.a. 2023/2024 sono aperte fino al 30 aprile 2024. Modalità di ammissione e dettagli sul piano di studi sono presenti nel regolamento didattico del Corso. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria di presidenza del corso, all’indirizzo presidenza.lm37@unint.eu

Piano di studi

anno accademico 2024/2025

Questa pagina contiene informazioni sui programmi rivolti agli studenti che intendono iniziare il proprio percorso accademico nell’autunno 2024. Le informazioni sono aggiornate alla data di pubblicazione, ma potrebbero rendersi necessarie alcune variazioni.

CFU

Insegnamenti obbligatori

CFU

L’insegnamento ha l’obiettivo di formare gli studenti sulla letteratura e la didattica della letteratura di una lingua dell’UE (la prima lingua a scelta dallo studente), approfondendo analisi letteraria e strategie didattiche, promuovendo la comprensione culturale e potenziando l’insegnamento linguistico.

12

Il corso mira a potenziare la competenza linguistica degli studenti, approfondendo sfumature, meccanismi lessicali e strategie traduttive della prima lingua a scelta dallo studente. Inoltre, promuove la riflessione critica sul linguaggio, incoraggiando la ricerca linguistica e l’uso di risorse online.

12

Lingua e linguistica (seconda lingua)
Il corso mira a potenziare la competenza linguistica degli studenti, approfondendo sfumature, meccanismi lessicali e strategie traduttive della seconda lingua a scelta dallo studente. Inoltre, promuove la riflessione critica sul linguaggio, incoraggiando la ricerca linguistica e l’uso di risorse online.

Letteratura e didattica della letteratura (seconda lingua)
L’insegnamento ha l’obiettivo di formare gli studenti sulla letteratura e la didattica della letteratura di una lingua dell’UE (la seconda lingua a scelta dallo studente), approfondendo analisi letteraria e strategie didattiche, promuovendo la comprensione culturale e potenziando l’insegnamento linguistico.

12

Il corso si propone di fornire le basi della didattica delle lingue moderne e dei metodi per analizzare testi e manuali didattici, incentrandosi sulla riflessione critica del rapporto tra lingue, analisi dell’interlingua e sviluppo di competenze per scegliere approcci didattici e attività adeguate.

8

Il corso offre basi di linguistica testuale e pragmatica, focalizzandosi sull’analisi linguistica-testuale e pragmalinguistica, concentrandosi sulla riflessione del contesto linguistico, della conoscenza della testualità funzionalista e sulla capacità di applicare strategie discorsive nella comunicazione scritta e orale.

8

Il corso si focalizza sulla consapevolezza linguistica e normativa italiana, i cui obiettivi includono la scrittura avanzata, la correzione di testi, l’applicazione di metodologie didattiche e lo sviluppo critico delle competenze linguistiche per redigere e correggere testi professionali e didattici in italiano.

8

Il corso approfondisce la storia dell’editoria italiana nel XX secolo, analizzando i legami con la letteratura e i processi culturali, esplorando la storia editoriale, analizzando testi letterari, sviluppando autonomia critica, comunicativa e abilità di apprendimento.

8

Il corso ha l’obiettivo di formare professionisti capaci di navigare il mondo digitale e di acquisire padronanza delle tecnologie, analisi critica di contenuti globali, produzione di news multimediali, esplorando il digital storytelling, il giornalismo cross-culturale, l’etica e gli impatti globali.

6

L’insegnamento combina l’arte della narrazione con le moderne tecnologie con l’obiettivo di sviluppare delle capacità narrative attraverso l’utilizzo creativo delle piattaforme digitali ed esplorando la struttura narrativa, il linguaggio visuale e la produzione di storie coinvolgenti per il digitale.

6

Il corso mira a formare gli studenti sulla storia editoriale dall’Unità d’Italia a oggi, esaminando l’evoluzione del libro a stampa e del ruolo dell’editore, esplorando la contestualizzazione storica e lo sviluppo delle competenze nell’analisi delle relazioni tra editore, autore e opera letteraria.

6

L’insegnamento fa riferimento alla produzione, alla distribuzione e al consumo di contenuti editoriali utilizzando mezzi digitali, analizzando una varietà di formati, come testi, immagini, audio e video, distribuiti attraverso piattaforme digitali come siti web, app, e-book, e altri mezzi elettronici.

6

CFU a libera scelta

Insegnamenti a libera scelta dello studente

12

Altre attività

Laboratorio di legislazione editoriale
Il laboratorio fornisce agli studenti conoscenze approfondite sulle leggi e le normative specifiche che regolano l’ambiente editoriale, affrontando vari aspetti del diritto editoriale, garantendo che gli studenti acquisiscano competenze pratiche e comprensione delle sfide legali nell’industria dell’editoria.

4

Prova finale

12

Guida alla compilazione del piano di studio

All’inizio dell’anno accademico l’ateneo organizza delle giornate dedicate alla guida alla compilazione dei piani di studi. Durante l’incontro, in cui intervengono i docenti, l’ufficio orientamento e la segreteria studenti, vengono fornite indicazioni di carattere tecnico relative alla compilazione del piano e informazioni di carattere generale riguardanti l’offerta formativa e l’ottenimento dei crediti.

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale si propone la finalità di formare professionisti altamente qualificati negli ambiti delle lingue e delle culture straniere, in grado di lavorare da più prospettive e con diverse funzioni con le lingue straniere e con la lingua italiana. In tal senso, il corso prevede lo studio di due lingue straniere e delle relative letterature, l’acquisizione di competenze di analisi linguistica e testuale – filologica e di competenze glottodidattiche; inoltre, è previsto un corso di linguistica italiana, che ha l’obiettivo di contribuire al consolidamento delle competenze metalinguistiche e di uso dell’italiano; in alternativa, gli studenti potranno scegliere un corso di Letteratura italiana.  

Tra le attività affini sono previsti ambiti disciplinari che permettono di ampliare le conoscenze legate ai contesti culturali e di uso delle lingue secondo il percorso scelto (storia, geografia, linguaggi cinematografici, ecc.) o di acquisire specifiche competenze pedagogiche o di analisi della comunicazione interculturale in vista di possibili sviluppi futuri della carriera di ciascun discente. Infine, tra le attività a scelta, lo studente ha la possibilità di consolidare aree già previste negli insegnamenti caratterizzanti per perseguire specifici obiettivi. Oltre alla riflessione metalinguistica e glottodidattica, la struttura del corso è stata concepita in modo da poter permettere alle persone che desiderino orientarsi verso l’insegnamento delle lingue di acquisire un numero consistente di crediti anche in ambito pedagogico. Un indirizzo di approfondimento in editoria e giornalismo aprirà agli studenti prospettive nell’ambito dei media. Anche per il turismo è previsto un indirizzo ad hoc che darà la possibilità di lavorare nei molteplici campi delle attività e servizi relativi a viaggi e soggiorni. Leggi di più

Profilo in uscita e sbocchi professionali

I laureati del corso potranno trovare occupazione in contesti legati alla didattica delle lingue (scuole private, centri di formazione linguistica, istituti culturali), all’editoria (redazione di testi in italiano e in lingua straniera), alla traduzione, alla mediazione linguistica e culturale e alla ricerca documentale, nonchè all’ambito della commercializzazione di beni e servizi legati al mondo del turismo.

I laureati potranno inoltre avviarsi al percorso per l’immissione nel mondo scolastico come da normativa vigente.

Comitato di indirizzo

Componente accademica:

  • Maria Serena Felici, Ricercatrice TDa UNINT e Referente Comitato
  • Salvatore Patera, Presidente del Corso di laurea magistrale in Lingue per la didattica innovativa e l’interculturalità (LM-37) UNINT
  • Alessandro De Nisco, Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali
    Internazionali UNINT

Componente tecnico-amministrativa:

  • Daniela Cecchini, Ufficio placement e tirocini

Componente rappresentanti parti sociali:

  • Guendalina Carbonelli, Antenna della direzione generale Traduzione, Commissione europea – Rappresentanza in Italia
  • Rossana Cecchi, Consulente editoriale Hoepli
  • Maria Grazia Coletta, Commissione Europea, Direzione Generale Interpretazione, Unità di interpretazione italiana
  • Marzia dal Fabbro, Managing Director Sound Art 23
  • Barbara D’Annunzio, Responsabile Progetto ADA, Formazione docenti PLIDA – Società Dante Alighieri
  • Tiziana Rocca, Organizzatrice ed esperta di eventi nell’ambito del cinema e della moda
  • Domenico Schiattone, Dirigente Funzioni Centrali – Ministero della Giustizia
  • Gabriella Sorrentino, Vicepresidente Ant. Bellettieri & Co. Shipping Agency
  • Serena Angioli, Agenzia Italiana per la Gioventù
  • Simona Rotondi, Impresa Sociale “Con i Bambini”
  • Antonino Di Liberto, Direttore Generale del Ministero dell’Istruzione
  • Cristina Stringher, Referente INVALSI

Componente Alumni:

  • Michela Ciampricotti

Requisiti di accesso e verifica della preparazione iniziale

L’accesso al corso di laurea magistrale in Lingue per la didattica innovativa e l’interculturalità (LM-37) è subordinato al possesso di un titolo di laurea triennale o diploma universitario triennale, oppure di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo, in ambiti legati alle lingue e alle culture straniere: lauree in lingue e letterature straniere del vecchio ordinamento, lauree delle classi 3 e 11 ex D.M. 509/99, lauree delle classi L-11 e L-12 ex D.M. 270/2004. 

Per accedere al corso lo studente dovrà aver raggiunto in almeno una lingua di studio un livello di padronanza linguistica non inferiore al C1 come descritto nel Quadro comune europeo di riferimento per le lingue nelle abilità di comprensione e non inferiore al B2 nelle abilità di produzione scritta e orale (per le lingue arabo, cinese e russo sarà richiesto un livello lievemente inferiore, rispettivamente B2 per la comprensione scritta e orale e B1 per la produzione scritta e orale). Il livello di competenza linguistica potrà essere certificato tramite certificazione internazionale o anche dall’università presso la quale si è ottenuto il diploma triennale, sulla base degli esami sostenuti. In assenza di certificazione sarà necessario sostenere un colloquio volto a valutare l’adeguatezza della preparazione linguistica. .

È previsto un corso di consolidamento riservato agli studenti che desiderassero rafforzare le competenze orali per la lingua inglese.

Per l’anno accademico 2024/2025 la prova di verifica della preparazione iniziale si svolgerà a distanza nelle seguenti date:

  • 22 aprile
  • 14 maggio
  • 13 giugno
  • 8 luglio
  • 12 settembre
  • 10 ottobre
  • 30 ottobre

 

I colloqui di lingua italiana per stranieri si svolgeranno alle ore 12:00 nei seguenti giorni: 

  • 9 luglio 2024
  • 10 settembre 2024
  • 10 ottobre 2024

 

Per iscriversi al corso di laurea e registrarsi al colloquio è necessario verificare il possesso dei requisiti attraverso il seguente link.

Livelli linguistici

I livelli linguistici del Corso sono consultabili al seguente link.

Per consultare il calendario accademico, l’orario delle lezioni, insegnamenti e programmi, tutoring e assistenza agli studenti, esami e laurea è possibile consultare la sezione Studenti iscritti dal menu Info per.

Nell’ambito delle attività connesse all’assicurazione della qualità, dal 2021 UNINT risulta certificata ai sensi della normativa UNI EN ISO 9001:2015. In data 8 febbraio 2021 è stato rilasciato il primo certificato, confermato per il 2022 e il 2023; in data 31 gennaio 2024 è stata ottenuta, per l’anno 2024, la nuova certificazione di conformità ai requisiti ISO 9001:2015 per le “Attività di didattica, formazione, ricerca e terza missione” attestante la corretta definizione ed esecuzione dei processi messi in atto all’interno dell’Ateneo.

Certificazioni linguistiche

Il Centro Linguistico di Ateneo propone per l’a.a. 2024/2025 di riconoscere ai nuovi studenti immatricolati (triennali o magistrali a uno qualsiasi dei corsi di laurea presenti nell’offerta didattica dell’Ateneo) la possibilità di ottenere una certificazione per il proprio livello di competenza.

Ogni studente, nel corso della sua carriera, senza costi aggiuntivi, potrà sostenere un esame di certificazione internazionale a scelta tra le certificazioni proposte in convenzione con l’Ateneo: CAMBRIDGE, TOEFL iBT, DELE, CAPLE, TORFL, DELFDALF.

Doppia laurea

Share
Share