UNINT

Studiare
è un viaggio

nelle persone
che solo se le prendi per mano
possono arricchirti


Master di I livello "DEVIANZA MINORILE E CONTESTI DI RECUPERO" A.A. 2021/2022

Master di I livello "DEVIANZA MINORILE E CONTESTI DI RECUPERO" A.A. 2021/2022

La devianza minorile costituisce un fallimento del sistema del welfare, segnala un’incapacità di cogliere manifestazioni di disagio giovanile e di intervenire precocemente per arginarlo. Nella normativa e nel linguaggio comune si definisce riabilitazione il trattamento da adottare nei confronti di minori che abbiano commesso reati.  Si fa, pertanto, un implicito riferimento all’inadeguatezza delle strutture educative basilari quali la famiglia e la scuola, sulle quali gli operatori del sociale devono porre attenzione e sostegno, quando necessario ed opportuno. 

Argomenti: AREA PSICOPEDAGOGICA
Modalità di erogazione del Corso: Online

Alla devianza minorile si deve porre rimedio con uno sforzo interdisciplinare per un inserimento/reinserimento del minore in un contesto positivo e di legalità, valorizzandone le risorse individuali. Al progetto riabilitativo devono contribuire psicologi, sociologi, pedagogisti, neuropsichiatri infantili, assistenti sociali, giuristi.

Il master intende fornire conoscenze teoriche, metodologiche e operative per lo sviluppo di competenze nell’ambito dell’assistenza educativa relativa a quelle situazioni di disagio minorile che necessitano di un intervento di recupero attraverso la costruzione di contesti e reti socio-educative.

Obiettivi formativi

Il master propone ai discenti lo sviluppo di competenze rivolte all’utilizzo di metodologie da applicare in contesti educativi e riabilitativi con un approccio competente relativo a tutte quelle situazioni complesse che possono rientrare nella devianza minorile.

Il master è finalizzato alla formazione di specifiche figure professionali atte ad operare nell’ambito della riabilitazione/rieducazione minorile in un’ottica preventiva, alla luce delle profonde trasformazioni psico-sociali e giuridiche che stanno caratterizzando la storia e l’evoluzione di questo settore. In particolare, questo percorso formativo ha l’obiettivo di aumentare la capacità dei partecipanti di individuare le cause e le concause che hanno indotto il minore a comportamenti devianti e a potenziare le capacità “riabilitative” degli attori coinvolti.  Si tratta, cioè di creare una sensibilità diffusa capace di intercettare le manifestazioni del disagio adolescenziale da contrastare in maniera sinergica.  Saranno oggetto di approfondimento anche le normative ed i regolamenti che attribuiscono competenze ai soggetti coinvolti nel problema, con la consapevolezza che ogni persona ed ogni situazione sono uniche e che un intervento standardizzato difficilmente potrà avere efficacia riparativa. È responsabilità degli operatori, a vario titolo coinvolti, conciliare il rispetto del proprio mandato professionale con le esigenze del singolo minore, con un progetto unitario e condiviso cui contribuire.

Il percorso formativo proposto dal master, muovendo dalla prospettiva biopsicosociale (ICF) dello sviluppo infantile e adolescenziale, affronterà le diverse visioni e teorie relative alla devianza ed alla criminalità minorile. Pertanto, oggetto del master saranno: lo sviluppo psicosociale, i fattori di rischio psicosociale, la devianza minorile, leggi e provvedimenti relativi all’età infantile e adolescenziale, i trattamenti e gli interventi preventivi, i contesti e le agenzie educative per lo sviluppo ed il recupero del minore. In ultima analisi, grazie alla specifica interdisciplinarità, i partecipanti acquisiranno tutte le competenze per poter valutare in sinergia gli interventi atti a garantire il recupero della persona. Verranno, a tal fine, realizzati laboratori esperienziali volti a trasferire l’esperienza di professionisti che da anni operano nel settore attraverso la discussione di casi clinici, e la progettazione di attività nei settori oggetto di studio così da fornire strumenti immediatamente spendibili nella pratica professionale.

Al fine di poter raggiungere al meglio gli obiettivi formativi previsti, il master è stato sviluppato in collaborazione con l’ISTISSS (Istituto per gli studi sui servizi sociali).

Risultati di apprendimento attesi

Al termine del percorso didattico i discenti avranno maturato competenze e capacità coerenti con la finalità, gli obiettivi del master e con il profilo professionale in uscita. In particolare:

  • capacità di riconoscere e saper applicare concetti e principi teorici relativi allo sviluppo psicosociale del minore e della persona adolescente, ai fattori di rischio psicosociale, alla psicologia della devianza;
  • capacità di riconoscere e interpretare i principi di condotta etica e professionale delle figure coinvolte, tra i quali gestire un rapporto professionale, sviluppare una relazione educativa eticamente adeguata, e supportare le famiglie;
  • capacità di produrre e implementare metodi di valutazione del comportamento minorile deviante con schede e strumenti di registrazione specifici;
  • capacità di sviluppare e controllare la progettazione e la gestione di interventi riabilitativi e preventivi in ambito di devianza minorile sul territorio e nelle comunità;
  • capacità di valutare e spiegare, in stretta collaborazione con le altre figure della rete, gli interventi educativi messi in atto nei diversi contesti applicativi e, in particolare attraverso il monitoraggio, l’individuazione dei risultati del cambiamento e la restituzione degli esiti dell’intervento alla famiglia. Infatti, il discente dovrà sviluppare capacità di comunicazione chiare e prive di ambiguità sia nella relazione con altri membri del team sia nella relazione con gli attori della rete educativa non specializzati (genitori ed insegnanti).

Direttori scientifici

Dr. Luca Toschi, Sociologo, PhD in Ricerca applicata nelle scienze sociali, docente di pianificazione sociale e sociologia della devianza presso Università degli Studi dell’Aquila

Dr. Alessandro Frolli, NPh Neuropsichiatria infantile, PhD in Scienze del comportamento e processi di apprendimento, direttore scientifico del Centro di Ricerca sulle Disabilità (DRC) UNINT

Termine per le iscrizioni

Per l'anno accademico 2021/2022 il termine per le iscrizioni è scaduto.

Quota di iscrizione

La quota di partecipazione di € 2.016, comprensiva di marca da bollo, è ripartita come segue:

Rate Quote e scadenze
I rata € 516 quota di iscrizione e marca da bollo
II rata € 500 entro 60 giorni dall’inizio delle lezioni
III rata € 500 entro 90 giorni dall'inizio delle lezioni 
IV rata € 500 entro 120 giorni dall'inizio delle lezioni 

In caso di ritardo nel pagamento delle rate successive alla prima è prevista un’indennità di mora pari a € 25 per ogni mese o frazione di mese. Il versamento della quota d’iscrizione sarà rimborsabile solo nel caso in cui il corso non venga attivato il corso.

Per maggiori informazioni consultare il bando sottostante o richiedere informazioni compilando il seguente form.
Per ricevere assistenza in merito alle iscrizioni contattare l'Ufficio Alta Formazione al seguente numero di telefono 06.510.777.400 o indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando

Scarica la locandina

CONTATTI

Scuola Alta Formazione UNINT
Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT
Via Carlo Conti Rossini, 38 – 00147 Roma
Tel: 06.510.777.400/231/273/274
(lunedì – venerdì: 9:30 – 12:30)
Fax: 06.510.777.270
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram Facebook LinkedIn Twitter YouTube Telegram TikTok