Facebook

Chi lo ha detto che

gli abissi sono insondabili?

la bellezza di abbracciare nuove prospettive

Immagine del Paese e vantaggio competitivo del Made in Italy nel settore del lusso: un’analisi comparativa delle 3 F (Fashion, Food, Furniture) nei mercati emergenti”

Coordinatore

Antonio Magliulo

Partecipanti

Antonio Magliulo, Giada Mainolfi, Sara Trucco, Alessandro De Nisco (Unisannio), Giovanna Costantini, Fabio Antolini

Anno di inizio

2015

Durata prevista

Biennale

Obiettivi

La ricerca intende contribuire agli studi sul tema del country-of-origin effect, verificando in particolare le influenze esercitabili dall’immagine di una nazione nella sua veste di fonte di produzioni sulle percezioni della clientela estera.

Breve descrizione del progetto

La ricerca si propone come un approfondimento del tema del country-of-origin effect, attraverso l’esplorazione del costrutto della product-country image all’interno dei tre comparti simbolo dell’industria del Made in Italy (Fashion, Food, Furniture) e della sua percezione all’interno di mercati emergenti caratterizzati da elevate dimensioni e prospettive di crescita (es. Russia e Cina), con un’attenzione particolare al comparto del lusso.

Disseminazione della ricerca

Diffusione dei risultati mediante un workshop organizzato presso la UNINT, con esponenti del mondo accademico, imprenditoriale e istituzionale e in un rapporto finale sulle recenti caratteristiche strutturali e sistemiche del vantaggio comparato di immagine del Made in Italy, e in particolare dell’offerta luxury nei Paesi emergenti.