Facebook

Chi lo ha detto che

gli abissi sono insondabili?

la bellezza di abbracciare nuove prospettive

Qualitas: Assessing LI Quality through Testing and Certification

Ricercatore principale

Prof.ssa Cynthia Giambruno; Dipartimento di Traduzione e Interpretazione, Università di Alicante (Spagna).

Altri ricercatori coinvolti

Annalisa Sandrellu (UNINT),
Juan Miguel Ortega, Università di Alicante (Spagna),
Brooke Townsley, Middlesex University (Regno Unito),
Sabine Braun, Surrey University (Regno Unito),
Ann Corsellis, ex magistrato Hilary Maxwell Hislop, Chartered Institute of Linguists;
Roelof Van Doemter, Legal Aid Board (Olanda)
Cecilia Wadensjo, Università di Stoccolma (Svezia),
Hanne Skaaden, Università di Oslo e Akershus University College of Applied Sciences HiOA (Norvegia);
Erik Hertog, Hendrik Kockeart, Yolanda Van den Bosch– Lessius Hogeschool, Anversa (Belgio).

Ambito di ricerca

Interpretazione in ambito giudiziario

Anno di inizio

2012

Durata prevista

2 anni

Obiettivi

L’obiettivo del progetto Qualitas, finanziato dalla Commissione europea, è stabilire degli standard qualitativi e delle procedure di certificazione uniformi nell’Unione Europea per gli interpreti giudiziari, per contribuire a creare una fiducia reciproca nei rispettivi sistemi giudiziari.

Breve descrizione del progetto

In molti stati membri dell’Unione europea, la professione dell’interprete giudiziario non è regolamentata in modo chiaro, mentre in alcuni esistono percorsi di studio specifici, esami di abilitazione alla professione e albi di interpreti autorizzati ad operare nel campo della giustizia penale. Per migliorare la cooperazione in questo ambito, la Direttiva 2010/64/Ue del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20 ottobre 2010 sul diritto all’interpretazione e alla traduzione nei procedimenti penali ha stabilito che gli Stati membri devono garantire agli indagati e agli imputati che non comprendono la lingua del procedimento l’assistenza di un interprete qualificato dinanzi alle autorità inquirenti e giudiziarie, inclusi gli interrogatori di polizia, e in tutte le udienze, comprese le necessarie udienze preliminari; inoltre, devono anche garantire la traduzione scritta di tutti i documenti fondamentali per garantire che gli indagati o imputati siano in grado di esercitare il loro diritto di difesa. A tale proposito, gli Stati membri che ne siano ancora sprovvisti devono istituire un registro di traduttori e interpreti debitamente qualificati. Tale Direttiva deve essere recepita dagli Stati membri entro il 27 ottobre 2013.Il progetto Qualitas esamina tutti gli aspetti da considerare per creare una certificazione per questa categoria professionale, in modo da fornire informazioni e consulenza alle autorità, enti e organizzazioni degli Stati membri.
Per ulteriori informazioni, si veda: https://eulita.eu/wp/european-projects/

Risultati attesi

Il progetto sviluppa modelli di test e di esami di certificazione che possono essere adattati alle esigenze dei singoli stati membri; fornisce dei servizi di consulenza personalizzata ai portatori di interesse che dovranno organizzare tali procedure di certificazione negli stati membri mediante una serie di servizi, tra cui: un’apposita pagina Web; seminari tematici di formazione nelle procedure da seguire per somministrare i test, e così via.

Altro

I principali prodotti del progetto sono raccolti nella pubblicazione finale:
Giambruno, C. (ed.)  Assessing legal interpreter quality through testing and certification: The Qualitas Project, Publicaciones Universidad de Alicante. ISBN: 978-84-9717-308-7