Presentazione

Stampa PDF email

 

Classe: LM-94

Anno Accademico: 2018-2019

Durata: 2 anni

Accesso: libero

Sede: Roma

Riconoscimenti: CIUTI, EMT

Scarica la brochure

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione è parte della rete EMT (European Master’s in Translation) e offre ai laureati la possibilità di misurarsi con realtà professionali di prestigio grazie a consolidati legami con istituzioni europee. Il corso rappresenta una delle naturali prosecuzioni della laurea triennale in Lingue per l’interpretariato e la traduzione (L-12) ed è strutturato per fornire competenze avanzate in interpretazione di conferenza, di trattativa e traduzione specializzata.

Requisiti di accesso

L'accesso al Corso di laurea è subordinato al possesso di un titolo di laurea triennale e al soddisfacimento delle seguenti condizioni:
• i laureati nelle classi L-11 (Classe delle lauree in lingue e culture moderne) e L-12 (Classe delle lauree in mediazione linguistica) possono iscriversi senza sostenere alcuna prova di accesso, purché nel loro corso di laurea triennale abbiano conseguito per ciascuna delle lingue scelte non meno di 24 CFU di lingua, e la somma dei CFU di lingua e di letteratura o cultura conseguiti non sia inferiore a 36;
• i laureati in altre classi devono aver conseguito non meno di 30 CFU in ciascuna delle due lingue che intendono studiare, e non meno di 12 CFU delle relative letterature / culture.
 
I candidati che non abbiano conseguito il numero di CFU richiesto dovranno dimostrare di aver raggiunto un livello C1/B2 (a seconda della lingua scelta) in ciascuna delle due lingue scelte oppure sostenere un colloquio volto a valutare l'adeguatezza della loro preparazione linguistica.
 
In ogni caso, la verifica dei requisiti d'ingresso deve essere richiesta alla Presidenza di Facoltà all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. inviando il certificato di laurea con esami sostenuti.

Date e scadenze

  • Presentazione dei piani di studio: il 25 settembre alle ore 15:00 si terrà la presentazione dettagliata dei piani di studio.
  • Inizio dei corsi: l'inizio dei corsi per il primo anno è fissato il 1 ottobre 2018. Per gli anni successivi al primo le lezioni cominceranno il 24 settembre.
  • Termine per le immatricolazioni: il termine ultimo per l’immatricolazione è fissato al 6 novembre 2018.

Materie di studio e percorsi didattici

Il Corso consente di scegliere tra i seguenti percorsi:
Traduzione, che fornisce competenze traduttive avanzate dall’italiano a due lingue straniere e viceversa a scelta tra arabo, cinese, francese, inglese, portoghese e brasiliano, russo, spagnolo e tedesco su testi di carattere specialistico nei settori economico, giuridico, sociopolitico, saggistico-letterario, informatico, multimediale e biomedico. Sono inoltre previsti corsi di traduzione incrociata francese-inglese-francese e spagnolo-inglese-spagnolo.
A ciò si aggiungono l’acquisizione di conoscenze approfondite e lo sviluppo di competenze di livello avanzato nella ricerca documentale e terminologica, nella redazione e revisione del testo, nonché nelle più recenti tecnologie applicate alla traduzione, mediante moduli formativi specifici tra cui traduzione assistita e post-editing, terminologia e localizzazione.
Interpretazione, che fornisce competenze specialistiche nelle diverse tecniche e modalità dell’interpretazione - dialogica, consecutiva e simultanea - dall’italiano a due lingue straniere a scelta tra arabo, cinese, francese, inglese, portoghese e brasiliano, russo, spagnolo e tedesco e viceversa. Sono inoltre previsti corsi di interpretazione incrociata nelle seguenti combinazioni linguistiche: francese-inglese-francese, portoghese-inglese-portoghese, russo-inglese-russo, spagnolo-inglese-spagnolo.
 
I percorsi sono infine pensati per favorire l’acquisizione di approfondite conoscenze dei linguaggi settoriali relativi all’ambito aziendale, commerciale, diplomatico, istituzionale, medico e giuridico.
 
L’Ateneo aderisce a iniziative sostenute da produttori di software per la traduzione assistita e automatica. Gli studenti hanno la possibiltà di conseguire le relative certificazioni all’interno del corso di Traduzione assistita e automatica e del laboratorio di gestione dei progetti di traduzione e strumenti per il controllo della qualità.
 
È possibile inoltre intraprendere un percorso misto in interpretariato e traduzione proponendo un piano di studi individuale.
 

Visualizza il PIANO DI STUDI

Profilo in uscita e sbocchi professionali

Il conseguimento del titolo di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione consente di intraprendere la carriera di interprete di conferenza, di comunità, di trattativa, di tribunale, traduttore specializzato, revisore, localizzatore, terminologo e project manager nei settori di riferimento con i requisiti adeguati a inserirsi rapidamente nel settore pubblico in seno a istituzioni, organizzazioni ed enti nazionali e internazionali e nel settore privato presso imprese nazionali e multinazionali.

 
Il Corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione (LM-94) consente di partecipare ai concorsi abilitanti in diverse classi di insegnamento, purché naturalmente si rispettino i requisiti indicati per ogni percorso. 
Di seguito sono indicate le classi di concorso attualmente previste dal MIUR, per le quali si può concorrere con il titolo di laurea LM-94:
 
A-24 Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado 
Per l’accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale delle lauree conseguite a partire dall’a.a. 2019-20 siano contemplati almeno 18 CFU nei settori scientifico disciplinari della Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e della Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02) e Corso di durata triennale della lingua (36 CFU) e Corso di durata biennale della relativa letteratura (24 CFU).
 
A–25 Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado 
Per l’accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale delle lauree conseguite a partire dall’a.a. 2019-20 siano contemplati almeno nei settori scientifico disciplinari della Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e della Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02) e Corso di durata triennale della lingua (36 CFU) e Corso di durata biennale della relativa letteratura (24 CFU).
 
NOTA: 
I dati sono ricavati dal Decreto Ministeriale 259/2017 (in particolare dall’allegato A), che dispone la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado previste dal DPR n. 19/2016. 
Il DM 259/17 comprensivo degli allegati è disponibile a questo link.
Si segnala che in rete sono disponibili software che consentono di individuare le classi di concorso alle quali dà accesso ogni titolo di studio (Orizzonte scuola o Cgil).
 
 
 
 

 

 
TORNA SU