Facebook

UNINT vs COVID19

L’Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT, a tutela della salute della comunità universitaria, applica le misure disposte dalle autorità sanitarie per affrontare l'emergenza COVID-19. Su questa pagina sono riportati informazioni e aggiornamenti relativi alle azioni intraprese nel periodo dell’emergenza.

Raccolta fondi UNINT vs COVID-19

In questo momento di emergenza sanitaria nazionale, l'Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT ha avviato una raccolta fondi i cui proventi saranno destinati all’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma per l’acquisto di attrezzature per la diagnosi e l’assistenza dei pazienti contagiati, oltre che di forniture di materiale sanitario necessario per facilitare il duro lavoro di medici e infermieri che fronteggiano in prima linea la malattia.

Un sostegno concreto alla lotta contro la malattia, dunque, che si manifesta in una situazione in cui la vicinanza e l’unità nazionale ci ricordano che una donazione, grande o piccola che sia, può fare la differenza e salvare la vita di qualcuno.

L’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani”, eccellenza assoluta nel panorama sanitario italiano, è da sempre in prima linea alla lotta alle malattie infettive e, grazie al supporto dell'Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT, potrà così contare su un alleato in più per contrastare l’epidemia del Coronavirus, considerando anche la mission istituzionale dell’Università da sempre impegnata allo sviluppo e alla diffusione della cultura, delle scienze e dell’istruzione.

L’idea di attivare una raccolta fondi nasce dai nostri studenti: “Possiamo essere decisivi: un comportamento responsabile e una piccola donazione possono fare la differenza. Basta poco. Uniti ce la faremo” il loro invito all’intera comunità universitaria – docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo – a dare il proprio contributo, piccolo o grande che sia, attraverso una donazione a sostegno dell’Istituto Spallanzani da settimane in prima linea nella lotta al virus.

È possibile donare con bonifico bancario da effettuare con versamento sul conto corrente bancario IBAN IT38 S030 6909 6061 0000 0172 061 dedicato a tale scopo, intestato a "Università degli Studi Internazionali di Roma", con causale "UNINTvsCOVID19".

L’intero ricavato sarà devoluto in favore dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma.

Logo_Spallanzani

5 per mille destinato alla lotta contro il COVID-19

Quest'anno l'intero ricavato del 5 per mille dell'imposta sul reddito destinato alla UNINT sarà devoluto a sostegno della lotta contro il COVID-19. Ulteriori informazioni al seguente link.

EMERGENZA COVID-19 FASE 4
Piano di rientro settembre 2020 - Accesso e permanenza presso la sede UNINT

L’accesso all’Ateneo è consentito da un’unica entrata, con percorso prestabilito e delimitato ed esclusivamente per lo svolgimento dell’attività didattica e previa prenotazione, senza la quale l’ingresso alla sede non sarà permesso. Anche l’uscita segue un itinerario prestabilito e separato da quello di entrata. L’identificazione dello studente avverrà tramite la lettura del QR Code generato dall’App UNINTouch al momento della prenotazione della lezione. Questa procedura consentirà di conoscere, in tempo reale, il numero e i nominativi degli studenti presenti in sede. Inoltre, al varco di ingresso, verrà misurata la temperatura corporea di chiunque richieda accesso alla sede: se la temperatura risulterà pari o superiore a 37,5° non si sarà ammessi alla struttura. Tali persone saranno allontanate e invitate a contattare il proprio medico curante e a seguirne le indicazioni. L’ingresso sarà precluso a chi abbia avuto nei 14 giorni precedenti contatti con soggetti positivi a COVID-19 o provenga da zone considerate a rischio in base alle informazioni disponibili al momento dell’accesso.

Il documento “EMERGENZA COVID-19 FASE 4 - Piano di rientro settembre 2020 Accesso e permanenza presso la sede UNINT” disponibile al seguente link regolamenta l’accesso alla sede e controllo temperatura corporea, l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione, l’accesso alle aule, l’accesso alle aree comuni e l’utilizzo del bar e dei distributori automatici, l’utilizzo dei dispenser di prodotti igienizzanti per le mani, la delimitazione delle aree mediante segnaletica orizzontale, il ricevimento con docenti e personale amministrativo, l’utilizzo degli ascensori, lo smaltimento dei DPI utilizzati, la sanificazione degli ambienti, la gestione di casi di sospetto contagio nella sede UNINT e l’indicazione delle misure indicate dall’autorità.

Didattica in presenza e in diretta streaming

A partire dall’anno accademico 2020/2021 sarà possibile seguire le lezioni in presenza e in diretta streaming. Tale modalità sarà garantita anche dopo lo stato di emergenza sanitaria.

Per accedere alle aule è necessario effettuare una prenotazione entro il numero di giorni definiti nell’App UNINTouch e, comunque, almeno un giorno prima della lezione che si vuole seguire, per aver assegnato il posto in aula. La prenotazione sarà possibile fino all’esaurimento posti e comunque in modo da garantire un’alternanza tra gli studenti che vorranno frequentare in presenza nel caso in cui la capienza dell’aula non consenta la presenza di tutti gli studenti. È vietato scambiare il posto prenotato per garantire l’efficacia della sanificazione effettuata. In caso di mancata prenotazione e mancanza del relativo QR Code non sarà possibile accedere all’Ateneo. Per consultare la guida di accesso alle aule e di prenotazione del posto in aula clicca qui.

La consultazione e la fruizione in diretta streaming dei contenuti sarà possibile attraverso la piattaforma Everywhere. La piattaforma è facilmente accessibile attraverso qualsiasi dispositivo connesso a Internet utilizzando le credenziali MyUNINT, che sono fornite all’atto dell’immatricolazione. All'interno di Everywhere è possibile accedere a tutti gli insegnamenti presenti nell'offerta formativa dell'Ateneo, selezionando l’anno accademico, la Facoltà e il corso di laurea di riferimento. Ogni insegnamento è dotato di una sua aula virtuale dalla quale si potrà accedere al materiale (audio, video, presentazioni, slide, ecc.) inserito dal docente titolare del corso e partecipare alle sessioni in diretta streaming delle lezioni. Sono inoltre previsti strumenti avanzati che consentono l’interazione quali chat, forum e lavagna condivisa. Per accedere a Everywhere clicca qui.

Ricevimento con docenti e personale amministrativo

Il ricevimento per i docenti è consentito in via prioritaria ricorrendo alle modalità a distanza. In casi eccezionali sarà possibile effettuare il ricevimento in presenza con il personale amministrativo, previa prenotazione, e solo dopo aver ricevuto e-mail di conferma senza la quale non sarà consentito l’accesso in sede.

È possibile recarsi presso la Segreteria Studenti previo appuntamento esclusivamente per i seguenti servizi:

  • consegna della domanda conseguimento titolo (domanda di laurea e allegati);
  • consegna della domanda di immatricolazione;
  • ritiro della pergamena di laurea.

È possibile prenotare una visita dell’Ateneo contattando l’ufficio orientamento al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca

L’accesso alla biblioteca è consentito ai soli studenti e docenti dell’Ateneo previo appuntamento.

Sanificazione degli ambienti

Verranno garantite periodiche pulizie degli ambienti comuni durante la giornata lavorativa, a cura degli addetti individuati. Si ricorda che, al termine delle attività svolte in sede, ogni studente dovrà liberare le scrivanie e i tavoli utilizzati per consentire un’adeguata sanificazione degli arredi e degli spazi.

Studenti in mobilità a fini di studio o di tirocinio

I nostri studenti in mobilità a fini di studio o di tirocinio hanno potuto godere del sostegno dell’Ateneo in caso di rientro anticipato o improvviso.

L'Ufficio Mobilità e Relazioni internazionali è in costante contatto con tutti i parter UE ed extra-UE al fine di scambiarsi informazioni sulle iniziative di ogni singolo ateneo per fronteggiare la pandemia. Inoltre, è in costante contatto con tutti gli studenti incoming per fornire loro tutte le necessarie informazioni sulla politica di Ateneo e del Ministero per le misure di contenimento del virus.

Secondo le disposizioni della Commissione Europea le mobilità che sono state pianificate come attività in presenza, potranno essere avviate in modalità “virtuale”. Le mobilità dovranno essere pianificate considerando il loro completamento con un periodo di attività in presenza all’estero (mobilità fisica), laddove l’evolversi dello stato dell’emergenza lo consenta. Nel caso dovessero perdurare le restrizioni, la durata della mobilità fisica potrà essere ridotta a favore di una maggiore durata della componente virtuale, oppure potrà essere valutato di introdurre un periodo di interruzione tra i periodi di mobilità virtuale e fisica, purché l’attività sia svolta entro il termine del periodo contrattuale e sia rispettata la durata minima stabilita nella Guida al Programma. Nel caso in cui il perdurare delle restrizioni dovute all’emergenza epidemiologica non consenta ai partecipanti di completare la mobilità con un periodo di attività fisica all’estero, sarà ritenuto eleggibile anche un intero periodo di mobilità virtuale.

Si conferma che nel caso in cui il partecipante che si reca nel paese ospitante sia obbligato a rispettare un periodo di quarantena secondo le norme vigenti nel paese stesso, tale periodo potrà essere conteggiato ai fini della determinazione della durata totale della mobilità e del relativo contributo.

Tirocini

I tirocini curricolari potranno essere svolti in presenza o a distanza in base a quanto concordato con l’azienda, l’ente o l’istituzione ospitante.

Laddove non sia possibile svolgere un tirocinio esterno a distanza o in presenza, ai fini della conclusione in tempi utili del percorso formativo degli studenti, i tirocini curricolari potranno essere svolti in attività interne all’Ateneo (uffici, progetti di ricerca, Terza Missione etc.) o essere sostituiti da laboratori o seminari.

I tirocini in ambito sanitario continuano ove l'ente ospitante lo consenta.

Sportello di ascolto

È attivo uno sportello di ascolto settimanale aperto agli studenti e coordinato dal Dott. Alessandro Frolli. Maggiori informazioni al seguente link.