Chi lo ha detto che

ABBIAMO BISOGNO DI PAROLE PER COMUNICARE?

"L'incidenza totale dei gesti e dei movimenti
copre il 55% di un messaggio."
(Albert Mehrabian)

la bellezza di abbracciare nuove prospettive

Corso di Laurea Magistrale in Lingue per la Comunicazione Interculturale e la didattica

Il corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica ha l'obiettivo di formare professionisti nell'ambito delle lingue e delle letterature straniere in grado di esprimere le proprie competenze in molteplici direzioni: insegnamento delle lingue straniere o dell'italiano come lingua seconda, traduzione e consulenza linguistica ed editoriale. Al termine del corso i laureati disporranno di competenze connesse all'applicazione di metodologie, tecniche e strumenti relativi alla didattica delle lingue. Il Corso è inoltre incentrato su analisi, lettura critica e redazione di testi, nonché su attività di ricerca nell'ambito delle lingue, delle culture e della relativa didattica.

Materie di studio e percorsi didattici

L'articolazione del corso di laurea consente agli studenti di definire il piano di studi assecondando le proprie inclinazioni e spaziando tra diverse lingue: sono insegnate lingue di cultura ufficialmente riconosciute nell'UE (inglese, francese, portoghese, spagnolo e tedesco), ma anche altre lingue di forte richiamo nel mondo contemporaneo (arabo, cinese e russo); sono inoltre offerti gli strumenti per indirizzarsi verso l'insegnamento dell'italiano come lingua seconda. Gli studenti possono selezionare più combinazioni grazie alla possibilità di scelta tra diversi percorsi: (1) Insegnamento di una lingua dell'Unione Europea; (2) Insegnamento di italiano per stranieri e di una lingua dell'Unione Europea; (3) Insegnamento di due lingue; (4) Interculturale.

Il percorso Insegnamento di una lingua dell'Unione Europea consente di specializzarsi nell'insegnamento di una lingua dell'UE (a scelta tra inglese, francese, portoghese, spagnolo e tedesco) rinforzando al contempo la competenza in una seconda lingua straniera. Per la lingua di specializzazione sono previsti corsi sia di lingua e linguistica sia di letteratura e didattica. Il percorso è poi arricchito dagli insegnamenti di linguistica testuale e pragmatica, didattica delle lingue moderne, linguistica italiana, filologia romanza o germanica. Sulla base dei propri interessi è possibile inoltre approfondire i seguenti ambiti: didattica applicata delle lingue moderne, traduzione letteraria, geografia, crisi e conflitti nell'età contemporanea e sistemi politici comparati nel mondo contemporaneo.

Il percorso Insegnamento di italiano per stranieri e di una lingua dell'Unione Europea consente di specializzarsi nell'insegnamento dell'italiano per stranieri con corsi di linguistica e letteratura italiana, lingua latina, geografia e storia. Il percorso è inoltre finalizzato all'insegnamento di una lingua dell'UE a scelta tra francese, inglese, portoghese, spagnolo e tedesco. Tra le materie oggetto di studio sono incluse la lingua e linguistica della prima e della seconda lingua, la didattica e la didattica applicata delle lingue moderne e la linguistica testuale e pragmatica.

Il percorso Insegnamento di due lingue consente di specializzarsi nell'insegnamento di due lingue e di scegliere tra le seguenti combinazioni: (a) insegnamento di due lingue dell'UE, a scelta tra francese, inglese, portoghese, spagnolo e tedesco; (b) insegnamento di una lingua dell'UE e di una lingua a scelta tra arabo, cinese e russo. Il piano di studi prevede insegnamenti di lingua e linguistica della prima e della seconda lingua, letteratura e didattica della prima e della seconda lingua, linguistica testuale e pragmatica, didattica delle lingue moderne, linguistica italiana, filologia romanza o germanica.

Il percorso Interculturale prevede lo studio di una prima lingua a scelta tra francese, inglese, portoghese, spagnolo e tedesco e di una seconda lingua a scelta tra arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco, consentendo di conseguire il titolo di laurea magistrale in una o in due lingue. Per ottenere il titolo in una lingua è sufficiente inserire nel piano di studi la lingua e linguistica e la letteratura e didattica della lingua di studio. Per ottenere il titolo in due lingue è necessario inserire nel piano di studi gli insegnamenti di lingua e linguistica e di letteratura e didattica sia della prima sia della seconda lingua di studio. Il piano di studi prevede inoltre insegnamenti di linguistica testuale e pragmatica, didattica delle lingue moderne, linguistica o letteratura italiana. È infine possibile studiare una terza lingua e caratterizzare il proprio piano di studi con insegnamenti di espressione scritta e orale in arabo o in cinese, didattica applicata delle lingue moderne, traduzione letteraria, filologia romanza o germanica, geografia, sistemi politici comparati nel mondo contemporaneo e crisi e conflitti nell'età contemporanea.

In tutti i percorsi possono essere inoltre approfondite le discipline dell'area antropo-psico-pedagogica (antropologia, didattica e pedagogia speciale, pedagogia generale sociale, psicologia dell'educazione) particolarmente richieste per svolgere compiti professionali legati alla didattica; si aggiungono a questi i settori di interesse artistico-culturale, come la teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva.

Il piano di studi di ciascun percorso si caratterizza per la possibilità di inserire insegnamenti a libera scelta, che gli studenti possono selezionare tra tutti quelli offerti dall'Ateneo, per un totale di 12 CFU durante il biennio; infine gli studenti avranno l'opportunità di misurare le proprie capacità professionali tramite un tirocinio lavorativo, che costituisce parte integrante del proprio percorso formativo e che può essere svolto presso le numerose istituzioni o aziende convenzionate con l'Università.

Caratteristiche del corso
Classe di laurea: LM-37
Anno Accademico: 2019-2020
Durata: 2 anni
Accesso: Libero
Sede: Roma
Scarica la brochure

I laureati del corso potranno trovare occupazione in contesti legati alla didattica delle lingue (scuole private, centri di formazione linguistica, istituti culturali), all'editoria (redazione di testi in italiano e in lingua straniera), alla traduzione, alla mediazione linguistica e culturale e alla ricerca documentale.

I laureati potranno inoltre partecipare ai concorsi per l'abilitazione nelle classi di concorso per l'insegnamento delle lingue nella scuola secondaria di primo e secondo grado e della nuova classe per l'insegnamento della lingua italiana per discenti di lingua straniera.

L'accesso al corso di laurea in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica (LM-37) è subordinato al possesso di un titolo di laurea triennale o diploma universitario triennale, oppure di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, in ambiti legati alle lingue e alle culture straniere: lauree in lingue e letterature straniere del vecchio ordinamento, lauree delle classi 3 e 11 ex D.M. 509/99, lauree delle classi L-11 e L-12 ex D.M. 270/2004.

Per accedere al corso lo studente dovrà aver raggiunto in almeno una lingua di studio un livello di padronanza linguistica non inferiore al C1 come descritto nel Quadro comune europeo di riferimento per le lingue moderne nelle abilità di comprensione e non inferiore al B2 nelle abilità di produzione scritta e orale (per le lingue arabo, cinese e russo sarà richiesto un livello lievemente inferiore, rispettivamente B2 e B1). In assenza di certificazione sarà necessario sostenere un colloquio volto a valutare l'adeguatezza della preparazione linguistica.

 In ogni caso, la verifica dei requisiti d'ingresso può essere richiesta alla Presidenza della Facoltà di Interpretariato e Traduzione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. inviando il certificato di laurea con esami sostenuti.

Mariagrazia Russo
Professore Ordinario di Lingua e traduzione - Lingue portoghese e brasiliana
Preside della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
"Credo che solo una cosa renda impossibile la realizzazione di un sogno: la paura di fallire!"
(Paulo Coelho)
Segui il sogno e non mollarlo mai...

Anno Accademico 2019/2020

Sono previsti i seguenti percorsi didattici:

 

Corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica - Percorso INSEGNAMENTO DI UNA LINGUA DELL'UNIONE EUROPEA

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Letteratura e didattica (prima lingua) 12
Linguistica testuale e pragmatica 8
Didattica delle lingue moderne 8
Linguistica italiana 8
Filologia romanza (e-learning) oppure Filologia germanica (e-learning) 8
Lingua e linguistica (seconda lingua) oppure altro insegnamento (seconda lingua) 12
 
 
24 CFU A SCELTA TRA CFU
min 12 - max 24 CFU a scelta tra
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
min 0 - max 6 CFU a scelta tra
Didattica applicata delle lingue moderne 6
Traduzione letteraria 6
min 0 - max 12 CFU a scelta tra
Geografia (e-learning) 6
Crisi e conflitti nell'età contemporanea 6
Sistemi politici comparati del mondo contemporaneo 6
 
CFU A LIBERA SCELTA CFU
Per la lista degli insegnamenti consultare la sezione dedicata del regolamento didattico LM-37 12
 
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Tirocinio oppure altra attività 4
Prova finale 12

 

Corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica - Percorso INSEGNAMENTO DI ITALIANO PER STRANIERI E DI UNA LINGUA DELL'UNIONE EUROPEA

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Letteratura e didattica (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (seconda lingua) 12
Linguistica testuale e pragmatica 8
Didattica delle lingue moderne 8
Didattica applicata delle lingue moderne 6
Linguistica italiana 8
Letteratura italiana 8
Lingua latina base oppure Lingua latina avanzata 6
 
 
2 INSEGNAMENTI A SCELTA TRA CFU
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
 
CFU A LIBERA SCELTA CFU
A chi non li avesse sostenuti nel trienno si consiglia di inserire almeno uno tra i seguenti esami: Geografia (e-learning) (6 CFU), Filologia romanza (e-learning) (8 CFU), Filologia germanica (e-learning) (8 CFU) 12
 
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Tirocinio oppure altra attività 4
Prova finale 12

 

Corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica - Percorso INSEGNAMENTO DI DUE LINGUE

POSSIBILI COMBINAZIONI LINGUISTICHE:
- DUE LINGUE DELL'UE
- UNA LINGUA DELL'UE E UNA LINGUA EXTRA UE

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Letteratura e didattica (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (seconda lingua) 12
Letteratura e didattica (seconda lingua) 12
Linguistica testuale e pragmatica 8
Didattica delle lingue moderne 8
Linguistica italiana 8
Filologia romanza (e-learning) oppure Filologia germanica (e-learning) 8
 
 
2 INSEGNAMENTI A SCELTA TRA CFU
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
 
CFU A LIBERA SCELTA CFU
A chi scelta di inserire all'interno del proprio piano di studi la lingua araba o cinese si consiglia di sostenere l'insegnamento di Espressione scritta e orale in arabo o in cinese (6 CFU) 12
 
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Tirocinio oppure altra attività 4
Prova finale 12

 

Corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica - Percorso INTERCULTURALE

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (seconda lingua) 12
Letteratura e didattica (prima oppure seconda lingua) 12
Linguistica testuale e pragmatica 8
Didattica delle lingue moderne 8
Linguistica italiana oppure Letteratura italiana 8
 
32 CFU A SCELTA TRA (MAX 5 ESAMI) CFU
MIN 12 - MAX 30 CFU A SCELTA TRA
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
MAX 20 CFU A SCELTA TRA (MAX 3 ESAMI)
min 0 - max 14 CFU a scelta tra
Letteratura e didattica (prima oppure seconda lingua) 12
Espressione scritta e orale in arabo oppure in cinese 6
Didattica applicata delle lingue moderne 6
Traduzione letteraria 6
Filologia romanza (e-learning) oppure Filologia germanica (e-learning) 8
Lingua e traduzione (terza lingua) (1) oppure altro insegnamento (terza lingua) 8
min 0 - max 12 CFU a scelta tra
Geografia (e-learning) 6
Crisi e conflitti nell'età contemporanea 6
Sistemi politici comparati del mondo contemporaneo 6
 
CFU A LIBERA SCELTA CFU
A chi non li avesse sostenuti nel trienno si consiglia di inserire almeno uno tra i seguenti esami: Geografia (e-learning) (6 CFU), Filologia romanza (e-learning) (8 CFU), Filologia germanica (e-learning) (8 CFU) 12
 
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Tirocinio oppure altra attività 4
Prova finale 12

Il corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica (LM-37) consente di partecipare ai concorsi abilitanti nelle classi di concorso A-23, A-24 e A-25:

  • A-23 - Lingua italiana per discenti di lingua straniera. Per l'accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale siano contemplati almeno 72 CFU nei settori disciplinari delle filologie e letterature, della linguistica, della geografia e della storia, di cui 12 CFU in Glottologia e linguistica (L-LIN/01); 12 CFU in Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); 12 CFU in Linguistica italiana (L-FIL-LET/12); e almeno 6 CFU in Letteratura italiana (LFIL-LET/10), 12 CFU in Lingua e letteratura latina (L-FIL-LET/04), 6 CFU in Geografia (M-GGR/01), 6 CFU tra Storia greca o romana (L-ANT/02 o 03), Storia medievale, moderna o contemporanea (M-STO/01, 02, 04).
    Per la classe di concorso A-23 si richiede inoltre di affiancare al titolo di laurea un titolo di specializzazione in italiano L2 (tra quelli indicati con specifico decreto del Miur: D.M. 92/2016).
  • A-24 - Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado. Per l'accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale siano contemplati almeno 18 CFU nei settori scientifico-disciplinari della Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e della Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); sono inoltre da acquisire 36 CFU nella lingua straniera e 24 CFU nella relativa letteratura.
  • A-25 - Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di I grado. Per l'accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale siano contemplati almeno 18 CFU nei settori scientifico-disciplinari della Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e della Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); sono inoltre da acquisire 36 CFU nella lingua straniera e 24 CFU nella relativa letteratura.

Si precisa che l'attuale sistema di reclutamento nella scuola italiana (regolato dal decreto legislativo 59/2017) prevede, per l'accesso al concorso pubblico nazionale, che siano acquisiti anche 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. È necessario che i 24 CFU siano distribuiti in almeno tre dei quattro ambiti disciplinari previsti (pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche) con un minimo di 6 CFU per ciascun settore.

NOTA: I dati sui requisiti di accesso alle classi di concorso sono ricavati dal Decreto Ministeriale n. 259/2017 (allegato A), che dispone la revisione e l'aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l'accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado previste dal DPR n. 19/2016.

Comitato di indirizzo Il Comitato di indirizzo ha il compito di orientare le attività dei corsi di laurea nelle interazioni con il territorio, le Istituzioni, i mass media, il mondo delle professioni, il sistema produttivo e la società civile, ai sensi dell'art. 11 del D.M. n. 270 del 22 ottobre 2004 e della Circolare Miur n. 416 del 01/12/2005. Membri:

  • Tiziana Lioi, Responsabile Comitato e Professore associato UNINT;
  • Barbara Altomonte, Coordinatore di Servizio - Dipartimento per le politiche europee - Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • Katia Castellani, Antenna della direzione generale Traduzione, Commissione europea - Rappresentanza in Italia;
  • Rossana Cecchi, Consulente editoriale Hoepli;
  • Daniela Cecchini, Ufficio Placement UNINT;
  • Maria Giuseppina Cesari, Funzionario linguistico (traduttrice, interprete) - Ministero della Giustizia;
  • Barbara D’Annunzio, Responsabile Progetto ADA, Formazione docenti PLIDA - Società Dante Alighieri;
  • Laura Mori, Professore associato UNINT;
  • Anna Piperno, Dirigente Tecnico - Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca;
  • Mariagrazia Russo, Professore ordinario e Preside della Facoltà di Interpretariato e Traduzione UNINT. 

Sei uno studente UNINT? Accedi alla nuova MyUnint