MA CHE COMBINI?

lingue e didattica, editoria, psicologia, antropologia e web design

Corso di Laurea magistrale in Lingue e didattica innovativa

Il corso di laurea magistrale in Lingue e didattica innovativa ha l’obiettivo di formare professionisti nell’ambito delle lingue e delle letterature straniere in grado di esprimere le proprie competenze in molteplici direzioni: insegnamento delle lingue straniere o dell’italiano come lingua seconda, traduzione e consulenza linguistica ed editoriale. Al termine del Corso i laureati disporranno di competenze connesse all’applicazione di metodologie, tecniche e strumenti relativi alla didattica delle lingue. Il Corso è inoltre incentrato su analisi, lettura critica e redazione di testi, nonché su attività di ricerca nell’ambito delle lingue, delle culture e della relativa didattica.

Materie di studio e percorsi didattici

L'articolazione del corso di laurea consente agli studenti di definire il piano di studi assecondando le proprie inclinazioni e spaziando tra diverse lingue: sono insegnate lingue di cultura ufficialmente riconosciute nell'UE (inglese, francese, portoghese, spagnolo e tedesco), ma anche altre lingue di forte richiamo nel mondo contemporaneo (arabo, cinese e russo); sono inoltre offerti gli strumenti per indirizzarsi verso l'insegnamento dell'italiano come lingua seconda. Gli studenti possono selezionare più combinazioni grazie alla possibilità di scelta tra diversi percorsi: (1) Insegnamento di una lingua dell'UE; (2) Insegnamento di italiano per stranieri e di una lingua dell'UE; (3) Insegnamento di due lingue.

Il percorso Insegnamento di una lingua dell’UE consente di specializzarsi nell’insegnamento di una lingua dell’UE (a scelta tra inglese, francese, portoghese, spagnolo e tedesco) avviando o consolidando al contempo la competenza in una seconda lingua straniera. Per la lingua di specializzazione sono previsti corsi sia di lingua e linguistica sia di letteratura e didattica della letteratura. Il percorso è poi arricchito dagli insegnamenti di linguistica testuale e pragmatica, didattica delle lingue moderne, linguistica italiana, filologia romanza o germanica. Sulla base dei propri interessi è possibile inoltre approfondire l’ambito psico-pedagogico nella direzione della didattica innovativa (didattica e pedagogia speciale, pedagogia generale sociale, psicologia dell’adolescenza, modelli e tecniche per la didattica inclusiva e l’integrazione, metodologie per l’apprendimento e tecniche di motivazione allo studio, psicologia dell’educazione), o nella direzione della glottodidattica (didattica applicata delle lingue moderne). Sono proposti inoltre insegnamenti di taglio antropologico, geografico e artistico-culturale (antropologia, geografia, teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva). Gli studenti interessati al lavoro editoriale potranno selezionare infine gli insegnamenti più specificamente dedicati alla traduzione letteraria, all’editoria italiana e storia del libro, letteratura italiana per l’editoria, editoria digitale, comunicazione multimediale e web design.

Il percorso Insegnamento di italiano per stranieri e di una lingua dell'UE consente di specializzarsi nell'insegnamento dell'italiano per stranieri con corsi di linguistica e letteratura italiana, lingua latina, geografia e storia. Il percorso è inoltre finalizzato all'insegnamento di una lingua dell'UE a scelta tra francese, inglese, portoghese, spagnolo e tedesco. Tra le materie oggetto di studio sono incluse la lingua e linguistica della prima e della seconda lingua, la didattica e la didattica applicata delle lingue moderne e la linguistica testuale e pragmatica.
Anche in questo percorso è possibile approfondire l’ambito psico-pedagogico nella direzione della didattica innovativa. Sono proposti inoltre insegnamenti di taglio antropologico, geografico e artistico-culturale (antropologia, geografia, teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva). Gli studenti interessati al lavoro editoriale potranno selezionare un apposito pacchetto di insegnamenti dedicati.

Il percorso Insegnamento di due lingue consente di specializzarsi nell'insegnamento di due lingue e di scegliere tra le seguenti combinazioni: (a) insegnamento di due lingue dell'UE, a scelta tra francese, inglese, portoghese, spagnolo e tedesco; (b) insegnamento di una lingua dell'UE e di una lingua a scelta tra arabo, cinese e russo. Il piano di studi prevede insegnamenti di lingua e linguistica della prima e della seconda lingua, letteratura e didattica della prima e della seconda lingua, linguistica testuale e pragmatica, didattica delle lingue moderne, linguistica italiana, filologia romanza o germanica.

Anche in questo percorso, come per i due precedenti, è possibile approfondire l'ambito psico-pedagogico nella direzione della didattica innovativa. Sono proposti inoltre insegnamenti di taglio antropologico, geografico e artistico-culturale (antropologia, geografia, teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva). Gli studenti interessati al lavoro editoriale potranno selezionare un apposito percorso di insegnamenti dedicati.

Il piano di studi di ciascun percorso si caratterizza per la possibilità di inserire insegnamenti a libera scelta, che gli studenti possono selezionare tra tutti quelli offerti dall'Ateneo (si vedano le indicazioni presenti nel Regolamento didattico), per un totale di 12 CFU durante il biennio; infine gli studenti avranno l'opportunità di misurare le proprie capacità professionali tramite un tirocinio lavorativo, che costituisce parte integrante del proprio percorso formativo e che può essere svolto presso le numerose istituzioni o aziende convenzionate con l'Università.

Caratteristiche del corso
Classe di laurea: LM-37
Anno Accademico: 2021-2022
Durata: 2 anni
Accesso: Libero previa verifica dei requisiti di accesso
Sede: Roma
Scarica la brochure

L'accesso al corso di laurea in Lingue e didattica innovativa (LM-37) è subordinato al possesso di un titolo di laurea triennale o diploma universitario triennale, oppure di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, in ambiti legati alle lingue e alle culture straniere: lauree in lingue e letterature straniere del vecchio ordinamento, lauree delle classi 3 e 11 ex D.M. 509/99, lauree delle classi L-11 e L-12 ex D.M. 270/2004.

Per accedere al corso lo studente dovrà aver raggiunto in almeno una lingua di studio un livello di padronanza linguistica non inferiore al C1 come descritto nel Quadro comune europeo di riferimento per le lingue moderne nelle abilità di comprensione e non inferiore al B2 nelle abilità di produzione scritta e orale (per le lingue arabo, cinese e russo sarà richiesto un livello lievemente inferiore, rispettivamente B2 per la comprensione scritta e orale e B1 per la produzione scritta e orale). Il livello di competenza linguistica potrà essere certificato tramite certificazione internazionale o anche dall’università presso la quale si è ottenuto il diploma triennale, sulla base degli esami sostenuti. In assenza di certificazione sarà necessario sostenere un colloquio volto a valutare l'adeguatezza della preparazione linguistica.

Per iscriversi al corso di laurea è necessario verificare il possesso dei requisiti attraverso il seguente link.

Una volta completata la fase di iscrizione al processo di valutazione dei requisiti, è necessario procedere alla preimmatricolazione come indicato nella sezione MODALITÀ DI REGISTRAZIONE E PARTECIPAZIONE.

Per le attività in presenza, è inoltre necessario prenotare il proprio posto in aula fino a esaurimento dei posti attraverso l’App UNINTouch (Guida per lo studente al seguente link) oppure collegandosi attraverso un browser web all’indirizzo https://intouch.unint.eu/timetable/

  • Colloqui di ammissione (in presenza e in diretta streaming): 6 settembre, 27 settembre, 11 ottobre e 25 ottobre 2021.
  • Sessione di orientamento alla compilazione dei piani di studio (in presenza e in diretta streaming):
    - 23 settembre | 17:00 - 18:30
    - 26 ottobre 2021 | 17:00 - 18:30 
  • Inizio delle lezioni: lunedì 4 ottobre 2021.
  • Termine ultimo per l’immatricolazione: venerdì 5 novembre 2021.

Le informazioni sulla procedura di immatricolazione sono disponibili nella sezione Come iscriversi.

Le attività sono aperte a tutti e non vincolanti ai fini dell’immatricolazione.

Per partecipare è necessario seguire la procedura di seguito indicata:

  • Effettuare la registrazione web, se non effettuata in precedenza, sul portale MYUNINT Servizi al seguente link compilando tutte le sezioni che compariranno a video; al termine della registrazione web le credenziali di accesso saranno trasmesse via e-mail;
  • Effettuare il login con le credenziali di accesso ricevute al termine della procedura di registrazione web e avviare la procedura di preimmatricolazione al corso di laurea di proprio interesse come di seguito indicato:
    - Cliccare su Segreteria nel menu di destra
    - Cliccare su Immatricolazione e compilare tutte le sezioni che compariranno a video; in questa fase non occorrerà stampare la domanda di immatricolazione, che potrà essere consegnata in qualsiasi momento fino al termine delle iscrizioni

La preimmatricolazione consente l’accesso a tutte le attività che precedono l’inizio delle lezioni.

Si segnala che la procedura di preimmatricolazione non è vincolante; lo studente non è obbligato a finalizzare il processo di immatricolazione e ha tempo fino al 5 novembre 2021 per immatricolarsi.

I preimmatricolati riceveranno via e-mail il riepilogo delle attività cui potranno prendere parte in presenza e/o in diretta streaming prima dell’inizio delle lezioni, un form per registrarsi alle attività di proprio interesse entro le scadenze indicate, le credenziali di accesso e le istruzioni operative per:

  • prenotare, per le attività in presenza, il proprio posto in aula fino a esaurimento posti attraverso l’App UNINTouch (Guida per lo studente al seguente link) oppure collegandosi attraverso un browser web all’indirizzo https://intouch.unint.eu/timetable/
  • seguire le attività in diretta streaming accedendo alla piattaforma everywhere.unint.eu (Guida per lo studente al seguente link)

L’Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT crede fortemente nell’impegno profuso negli studi e premia gli studenti più meritevoli. Eroga infatti borse di studio legate esclusivamente al merito scolastico e universitario, prevedendo un’agevolazione sulla retta standard e, a partire dall'a.a 2020/21, per i nuovi immatricolati, borse di studio legate al talento e all’impegno sociale e civile, prevedendo un esonero parziale del valore del 50% della retta standard. Per saperne di più consulta la sezione dedicata disponibile al seguente link.

Preside Facoltà di Interpretariato e Traduzione
Mariagrazia Russo
Professoressa Ordinaria di Lingua e traduzione - Lingue portoghese e brasiliana
Preside della Facoltà di Interpretariato e Traduzione
"Credo che solo una cosa renda impossibile la realizzazione di un sogno: la paura di fallire!"
(Paulo Coelho)
Segui il sogno e non mollarlo mai...

La Facoltà di Interpretariato e Traduzione della UNINT è una delle poche realtà accademiche presenti sul panorama nazionale a formare interpreti e traduttori professionisti.

La Facoltà gode di riconosciuto prestigio a livello nazionale e internazionale: è fra i tre membri italiani della CIUTI (Conférence Internationale Permanente des Instituts Universitaires de Traducteurs et Interprètes), prestigiosa associazione internazionale che riunisce le migliori Facoltà universitarie per traduttori e interpreti del mondo; il suo corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione (LM-94) fa parte della rete EMT (European Master's in Translation) della Commissione europea, riconoscimento conferito ai corsi universitari che soddisfano elevati standard qualitativi nella formazione dei traduttori. La partecipazione della Facoltà alle attività dello SCIC (Service Comun Interpretation-Conference della Commissione europea) consente sia di beneficiare di assistenza pedagogica da parte delle istituzioni europee (Parlamento e Commissione), sia di partecipare al convegno annuale SCIC, importante appuntamento per aggiornarsi sulle nuove tendenze e richieste nell’ambito dell’interpretazione.

Le lingue di studio sono arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco. Presso la Facoltà sono attivi un corso di laurea triennale in Lingue per l'interpretariato e la traduzione (L-12), un corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione (LM-94) e un corso di laurea magistrale in Lingue e didattica innovativa (LM-37). La classifica Censis delle lauree triennali nel settore linguistico 2021/22 colloca il corso di laurea triennale in Lingue per l’interpretariato e la traduzione della UNINT al primo posto in Italia tra le università non statali con 101 punti (Fonte: Censis).

La Facoltà di Interpretariato e Traduzione mette a disposizione un servizio di tutoring informativo per supportare lo studente nelle normali difficoltà che caratterizzano il percorso di studio. I tutor, scelti tra gli studenti che si sono laureati (laurea magistrale) negli ultimi tre anni presso la Facoltà di Interpretariato e Traduzione della UNINT, sono chiamati a fornire un aiuto diretto allo studente per inserirsi al meglio nei meccanismi e nella mentalità dello studio universitario.

Presso la Facoltà è possibile acquisire competenze specialistiche nei settori della traduzione e dell’interpretazione in presenza e a distanza, modalità quest’ultima la cui diffusione ha subito una notevole accelerazione con l’insorgere della pandemia e delle connesse limitazioni ad assembramenti e spostamenti.

Nell’ambito delle tecniche e dei metodi di assistenza alla traduzione e all’interpretazione l’Ateneo aderisce a iniziative sostenute da produttori di software per la traduzione assistita e automatica. Gli studenti hanno la possibilità di conseguire le relative certificazioni all’interno del corso di Traduzione assistita e automatica e del Laboratorio di Gestione dei progetti di traduzione e strumenti per il controllo della qualità. Le certificazioni sono riconosciute al livello professionale, hanno valore a vita e sono un chiaro indice di competenza d’uso dei programmi riconosciuto dal mercato della traduzione.

Il Corso di Laurea Magistrale si propone la finalità di formare professionisti altamente qualificati negli ambiti delle lingue e delle culture straniere, in grado di lavorare da più prospettive e con diverse funzioni con le lingue straniere e con la lingua italiana. In tal senso, il corso prevede lo studio di due lingue straniere e delle relative letterature, l'acquisizione di competenze di analisi linguistica e testuale - filologica e di competenze glottodidattiche; inoltre, è previsto un corso di linguistica italiana, che ha l'obiettivo di contribuire al consolidamento delle competenze metalinguistiche e di uso dell'italiano; in alternativa, gli studenti potranno scegliere un corso di Letteratura italiana. Il corso è programmato in modo da permettere ai laureati che lo desiderino di acquisire i crediti necessari previsti dalla normativa vigente disponibile per l'accesso alle prove di ammissione per i percorsi formativi per l'insegnamento nella scuola secondaria. Tra le attività affini sono previsti ambiti disciplinari che permettono di ampliare le conoscenze legate ai contesti culturali e di uso delle lingue (storia, sociologia dei processi culturali e comunicativi, discipline demoetnoantropologiche, linguaggi cinematografici, ecc.) o di acquisire specifiche competenze pedagogiche o di analisi della comunicazione interculturale in vista di possibili sviluppi futuri della carriera di ciascun discente. Infine, tra le attività a scelta, lo studente ha la possibilità di consolidare aree già previste negli insegnamenti caratterizzanti per perseguire specifici obiettivi. Oltre alla riflessione metalinguistica e glottodidattica, la struttura del corso è stata concepita in modo da poter permettere alle persone che desiderino orientarsi verso l'insegnamento delle lingue di acquisire un numero consistente di crediti anche in ambito pedagogico. Leggi di più

Anno accademico 2021/2022

Sono previsti i seguenti percorsi didattici:

 

Corso di laurea magistrale in Lingue e didattica innovativa - Percorso INSEGNAMENTO DI UNA LINGUA DELL'UE

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Didattica delle lingue moderne 8
Filologia romanza (e-learning) oppure Filologia germanica (e-learning) 8
Letteratura e didattica della letteratura (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (seconda lingua) oppure altro insegnamento (seconda lingua)(1) 12
Linguistica italiana 8
Linguistica testuale e pragmatica 8
 
 
24 CFU A SCELTA TRA CFU
MIN 12 - MAX 24 CFU a scelta tra
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Metodologie per l'apprendimento e tecniche di motivazione allo studio 6
Modelli e tecniche per la didattica inclusiva e l'integrazione 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'adolescenza 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
MIN 0 - MAX 12 CFU a scelta tra
Didattica applicata delle lingue moderne 6
Letteratura e didattica della letteratura (seconda lingua) 12
Traduzione letteraria 6
MIN 0 - MAX 6 CFU 
Geografia (e-learning) 6
 
ALTRE ATTIVITÀ OBBLIGATORIE CFU
Insegnamenti a libera scelta dello studente 12
Tirocinio oppure Laboratorio di Moderne tecnologie per la didattica innovativa oppure Laboratorio di Legislazione editoriale e scolastica  4
Prova finale 12

Premessa la massima libertà degli studenti nella selezione degli insegnamenti a libera scelta, la Facoltà propone un percorso di approfondimento tematico in ambito editoria.

PERCORSO DI APPROFONDIMENTO TEMATICO EDITORIA CFU
2 insegnamenti a scelta tra:
Editoria digitale 6
Editoria italiana e storia del libro 6
Letteratura italiana per l'editoria 8
Comunicazione multimediale e web design 6

(1)Insegnamento attivo all'interno del Corso di laurea triennale in Lingue per l'interpretariato e la traduzione (L-12).

Corso di laurea magistrale in Lingue e didattica innovativa - Percorso INSEGNAMENTO DI ITALIANO PER STRANIERI E DI UNA LINGUA DELL'UE

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Didattica applicata delle lingue moderne 6
Didattica delle lingue moderne 8
Letteratura e didattica della letteratura (prima lingua) 12
Letteratura italiana per l'editoria 8
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (seconda lingua) oppure altro insegnamento (seconda lingua)(1) 12
Lingua latina base oppure Lingua latina avanzata 6
Linguistica italiana 8
Linguistica testuale e pragmatica 8
 
 
2 INSEGNAMENTI A SCELTA TRA CFU
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Metodologie per l'apprendimento e tecniche di motivazione allo studio 6
Modelli e teniche per la didattica inclusiva e l'integrazione 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'adolescenza 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
 
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Insegnamenti a libera scelta dello studente 12
Tirocinio oppure Laboratorio di Moderne tecnologie per la didattica innovativa oppure Laboratorio di Legislazione editoriale e scolastica 4
Prova finale 12

Premessa la massima libertà degli studenti nella selezione degli insegnamenti a libera scelta, la Facoltà propone un percorso di approfondimento tematico in ambito editoria.

PERCORSO DI APPROFONDIMENTO TEMATICO EDITORIA CFU
2 insegnamenti a scelta tra:
Editoria digitale 6
Editoria italiana e storia del libro 6
Comunicazione multimediale e web design 6

(1)Insegnamento attivo all'interno del Corso di laurea triennale in Lingue per l'interpretariato e la traduzione (L-12).

Corso di laurea magistrale in Lingue e didattica - Percorso INSEGNAMENTO DI DUE LINGUE

POSSIBILI COMBINAZIONI LINGUISTICHE:
- DUE LINGUE DELL'UE
- UNA LINGUA DELL'UE E UNA LINGUA EXTRA UE

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
Didattica delle lingue moderne 8
Filologia romanza (e-learning) oppure FIlolofia germanica (e-learning) 8
Letteratura e didattica della letteratura (prima lingua) 12
Letteratura e didattica della letteratura (seconda lingua) 12
Lingua e linguistica (prima lingua) 12
Lingua e linguistica (seconda lingua) 12
Lingustica italiana 8
Linguistica testuale e pragmatica 8
 
 
2 INSEGNAMENTI A SCELTA TRA CFU
Antropologia (e-learning) 6
Didattica e pedagogia speciale 6
Metodologie per l'apprendimento e tecniche di motivazione allo studio 6
Modelli e tecniche per la didattica inclusiva e l'integrazione 6
Pedagogia generale sociale 6
Psicologia dell'adolescenza 6
Psicologia dell'educazione (e-learning) 6
Teoria del linguaggio cinematografico e della traduzione audiovisiva (e-learning) 6
 
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Insegnamenti a libera scelta dello studente 12
Tirocinio oppure Laboratorio di Moderne tecnologie per la didattica innovativa oppure Laboratorio di Legislazione editoriale e scolastica  4
Prova finale 12

Premessa la massima libertà degli studenti nella selezione degli insegnamenti a libera scelta, la Facoltà propone un percorso di approfondimento tematico in ambito editoria.

PERCORSO DI APPROFONDIMENTO TEMATICO EDITORIA CFU
2 insegnamenti a scelta tra:
Editoria digitale 6
Editoria italiana e storia del libro 6
Letteratura italiana per l'editoria 8
Comunicazione multimediale e web design 6

I laureati del corso potranno trovare occupazione in contesti legati alla didattica delle lingue (scuole private, centri di formazione linguistica, istituti culturali), all'editoria (redazione di testi in italiano e in lingua straniera), alla traduzione, alla mediazione linguistica e culturale e alla ricerca documentale.

I laureati potranno inoltre partecipare ai concorsi per l'abilitazione nelle classi di concorso per l'insegnamento delle lingue nella scuola secondaria di primo e secondo grado e della nuova classe per l'insegnamento della lingua italiana per discenti di lingua straniera.

I livelli linguistici del Corso sono consultabili al seguente link.

Il corso di laurea magistrale in Lingue e didattica innovativa (LM-37) consente di partecipare ai concorsi abilitanti nelle classi di concorso A-23, A-24 e A-25:

  • A-23 - Lingua italiana per discenti di lingua straniera. Per l'accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale siano contemplati almeno 72 CFU nei settori disciplinari delle filologie e letterature, della linguistica, della geografia e della storia, di cui 12 CFU in Glottologia e linguistica (L-LIN/01); 12 CFU in Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); 12 CFU in Linguistica italiana (L-FIL-LET/12); e almeno 6 CFU in Letteratura italiana (LFIL-LET/10), 12 CFU in Lingua e letteratura latina (L-FIL-LET/04), 6 CFU in Geografia (M-GGR/01), 6 CFU tra Storia greca o romana (L-ANT/02 o 03), Storia medievale, moderna o contemporanea (M-STO/01, 02, 04).
    Per la classe di concorso A-23 si richiede inoltre di affiancare al titolo di laurea un titolo di specializzazione in italiano L2 (tra quelli indicati con specifico decreto del Miur: D.M. 92/2016).
  • A-24 - Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado. Per l'accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale siano contemplati almeno 18 CFU nei settori scientifico-disciplinari della Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e della Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); sono inoltre da acquisire 36 CFU nella lingua straniera e 24 CFU nella relativa letteratura.
  • A-25 - Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di I grado. Per l'accesso a questa classe di concorso si prevede che nel percorso quinquennale siano contemplati almeno 18 CFU nei settori scientifico-disciplinari della Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e della Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); sono inoltre da acquisire 36 CFU nella lingua straniera e 24 CFU nella relativa letteratura.

Si precisa che l'attuale sistema di reclutamento nella scuola italiana (regolato dal decreto legislativo 59/2017) prevede, per l'accesso al concorso pubblico nazionale, che siano acquisiti anche 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. È necessario che i 24 CFU siano distribuiti in almeno tre dei quattro ambiti disciplinari previsti (pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche) con un minimo di 6 CFU per ciascun settore.

NOTA: I dati sui requisiti di accesso alle classi di concorso sono ricavati dal Decreto Ministeriale n. 259/2017 (allegato A), che dispone la revisione e l'aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l'accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado previste dal DPR n. 19/2016.

Tabella riassuntiva

I tutor, scelti tra gli studenti che si sono laureati (laurea magistrale) negli ultimi tre anni presso la Facoltà di Interpretariato e Traduzione dell’Università degli studi Internazionali di Roma, saranno chiamati a fornire un aiuto diretto allo studente per inserirsi al meglio nei meccanismi e nella mentalità dello studio universitario. I tutor, in qualità di mediatori all’interno del sistema universitario e sempre in stretto rapporto con la Presidenza per un orientamento proficuo del lavoro da attivare, potranno avere le seguenti funzioni:

  • fornire informazioni, sciogliere dubbi e risolvere problemi che gli studenti incontrano nella loro vita universitaria e nel percorso intrapreso,
  • supportare gli studenti di fronte ad alcune difficoltà di ordine organizzativo e didattico (piani di studio, propedeuticità negli esami, rapporti con gli organi accademici, con la segreteria, ecc.),
  • progettare nuove sinergie tra studenti e personale docente e amministrativo, tenendo conto anche della realtà di Unintraprendenza,
  • predisporre strumenti insieme alla Presidenza per il recupero delle lacune di apprendimento nelle conoscenze e nelle abilità di base,
  • favorire la consapevolezza degli studenti nella elaborazione di un progetto generale di studi,
  • valorizzare gli strumenti necessari per predisporre un piano di lavoro, per individuare un metodo idoneo ad affrontare lo studio e gli esami,
  • assistere gli studenti nella scelta dell'area disciplinare e del docente per sviluppare una tesi di laurea,
  • fornire supporto di orientamento al placement nell'individuazione dei percorsi di apertura al mondo delle professioni,
  • attivare il lavoro di rete con i vari servizi presenti (segreteria studenti, segreteria didattica, stage e mondo del lavoro, erasmus, ecc),
  • ollaborare a iniziative di orientamento in entrata e in uscita (open day, giornate di presentazione dell’offerta didattica),
  • monitorare specifiche richieste legate a problemi didattici, logistici, orientativi, informativi e di comunicazione per poter segnalarle alla Presidenza,
  • organizzare momenti di ascolto individuale e/o in piccoli gruppi e di questioni didattiche riguardanti rallentamenti nel percorso di studi,
  • organizzare gruppi di studio e di attività integrative alla didattica soprattutto in relazione agli esami critici e come sostegno nei laboratori didattici, di concerto con la Presidenza e secondo le proprie competenze,
  • sostenere lo studente fin dall'inizio nell'organizzazione pratica e nell'acquisizione di un valido metodo di studio attraverso il raggiungimento di obiettivi formativi specifici.

Tutor

  • LM-37 - Alessia Finelli | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • LM-94 - Alessio Santamato | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • LM-94 - Daniele Erginni | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • L-12 - Michela Di Franco | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I tutor potranno essere contattati dagli studenti tramite il loro indirizzo di posta elettronica istituzionale.
Il mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 14:00, a rotazione, uno di essi sarà presente in Ateneo, a disposizione degli studenti di L-12, LM-94 e LM-37, indipendentemente dal corso di laurea di riferimento di ciascun tutor.

Il corpo docente è composto da qualificati accademici e da competenti professionisti che svolgono o hanno svolto attività di docenza, interpretazione e traduzione presso organizzazioni internazionali, ambasciate, enti e istituzioni nazionali e internazionali tra cui Amnesty International Sezione Italiana, Roma - Servizio Traduzioni, ARLEM (Assemblea Euromediterranea), ABI (Associazione Bancaria Italiana), ATLAS (Association pour la Promotion de la Traduction Littéraire - Francia), ATLF (Association des Traducteurs Littéraires de France), AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), BCE (Banca Centrale Europea), BRI (Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea), BNL (Banca Nazionale del Lavoro), BBC (British Broadcasting Corporation), Biblioteche di Roma (Comitato scientifico della Casa delle traduzioni), Camera dei deputati, CEATL (Consiglio Europeo delle Associazioni dei Traduttori Letterari), Confcommercio (Confederazione Generale Italiana delle Imprese, delle Attività Professionali e del Lavoro Autonomo), Consiglio d’Europa, CNEL (Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro), CNF (Consiglio nazionale forense), CSM (Consiglio Superiore della Magistratura), Corte suprema di cassazione, CGUE (Corte di Giustizia delle Comunità europee), Dicastero per la comunicazione vaticana, Enel, ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo), ICE-ITA (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione), FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations), IFAD (International Fund for Agricultural Development), IME (Istituto Monetario Europeo), ISTAT (Istituto nazionale di statistica), ICE (Istituto nazionale per il Commercio con l'Estero), ISS (Istituto superiore di sanità), NTV – Italo (Nuovo Trasporto Viaggiatori) , La7, Mediaset, MAECI (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), MINT (Ministero dell’Interno), MIBACT (Ministero per i Beni e le attività Culturali e per il Turismo), MLPS (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze), MG (Ministero della Giustizia), NATO (North Atlantic Treaty Organization), OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), PE (Parlamento europeo), Presidenza del Consiglio dei Ministri, Rai (Radiotelevisione italiana), Rappresentanza Commerciale della Federazione Russa in Italia, Sky, Treccani, UIP (Unione Inter-Parlamentare), U.S. Department of State in Washington D.C, UEO (Unione Europea Occidentale).

Con riferimento alle attività di traduzione tra i più noti autori tradotti si annoverano Germano Almeida, Emilia Pardo Bazán, Camilo Castelo Branco, Joseph Conrad, Mia Couto, Machado de Assis, Daniel Defoe, Charles Dickens, Federico García Lorca, Nelson Mandela, George Orwell, Almeida Garrett, T.E. Lawrence, Jack London, Alain Mabanckou, Ana Maria Machado, Pepetela, Tayeb Salih, José Saramago, Will Self, Robert Louis Stevenson, Luandino Vieira, Qian Zhongshu.

Tra le personalità interpretate: Pedro Almodóvar, Kofi Annan, Yasser Arafat, Antonio Banderas, Joe Biden, Tony Blair, George Bush, Dulce Maria Cardoso, Carlo d’Inghilterra, Jacques Chirac, Mia Couto, Giuseppe Conte, Umberto Eco, Dalai Lama, Hans-Dietrich Genscher, Valéry Giscard d'Estaing, William Hague, Xi Jinping, Helmut Kohl, Hamid Karzai, Alain Mabanckou, Nelson Mandela, Alla Manilova, Odino Marcon, Sergio Mattarella, Angela Merkel, François Mitterand, Ennio Morricone, Ornella Muti, Giorgio Napolitano, Benjamin Netanyahu, Papa Francesco, Nancy Pelosi, Shimon Peres, Vladislav Piavko, Johannes Rau, Ronald Reagan, Marcelo Rebelo de Sousa, Condoleeza Rice, Helmut Schmidt, Ariel Sharon, Franz Josef Strauss, Margaret Thatcher, Donald Trump, Sergey A. Tsyb.Tra le personalità interpretate: Kofi Annan, Yasser Arafat, Tony Blair, George Bush, Carlo d’Inghilterra, Jaques Chirac, Giuseppe Conte, Dalai Lama, Hans-Dietrich Genscher, Valéry Giscard d'Estaing, William Hague, Helmut Kohl, Hamid Karzai, Nelson Mandela, Sergio Mattarella, Angela Merkel, François Mitterand, Giorgio Napolitano, Benjamin Netanyahu, Papa Francesco, Nancy Pelosi, Shimon Peres, Vladimir Putin, Johannes Rau, Ronald Reagan, Marcelo Rebelo de Sousa, Condoleeza Rice, Helmut Schmidt, Ariel Sharon, Franz Josef Strauss, Margareth Thatcher, Xi Jinping.

Tra le associazioni all’interno delle quali figurano come membri i docenti della Facoltà di Interpretariato e Traduzione si annoverano a titolo esemplificativo AIGRE (Associazione Italiana Grammatica dell'enunciazione), AIH (Asociación Internacional de Hispanistas), AISPEB (Associazione Italiana Studi Portoghesi e Brasiliani), AJIHLE (Asociación de Jóvenes Investigadores de Historiografía e Historia de la Lengua Española), AIEF (Association Internationale des Études Françaises), AIEMF (Association internationale pour l'étude du Moyen Français), AIIC (Associazione Internazionale Interpreti di Conferenza), AISPI (Associazione Ispanisti Italiani), AIS (Associazione Italiana degli Slavisti), AIA (Associazione Italiana di Anglistica), AIC (Associazione Italiana di Cartografia), PHRASIS (Associazione italiana di fraseologia e paremiologia), AIG Associazione Italiana di Germanistica), AISC (Associazione Italiana di Studi Cinesi), AIIG (Associazione Italiana Insegnanti di Geografia), AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti), CLEPUL (Centro de Literaturas e Culturas Lusófonas e Europeias dell’Università di Lisbona), EACS (European Association of Chinese Studies), GfdS (Gesellschaft für deutsche Sprache), Grupo Eça de Queirós, GĦILM (International Association of Maltese Linguisitics), ILLA (International Language and Law Association), SLI (Società di Linguistica Italiana), Società Geografica Italiana, SIG (Società Italiana di Glottologia), SUSLLF (Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura Francese), SLLMOO (Société de Langue et Littérature Médiévales d'Oc et d'Oil), SLR (Société de Linguistique Romane).

Meritano infine menzione le collaborazioni attive con l’Accademia della Crusca, ATILF (Analyse et traitement informatisé de la langue française), l’Instituto Camões, l’Istituto Confucio e la Società Dante Alighieri.

L'elenco completo dei docenti è disponibile al seguente link.

Il Comitato di indirizzo ha il compito di orientare le attività dei corsi di laurea nelle interazioni con il territorio, le Istituzioni, i mass media, il mondo delle professioni, il sistema produttivo e la società civile, ai sensi dell'art. 11 del D.M. n. 270 del 22 ottobre 2004 e della Circolare Miur n. 416 del 01/12/2005. Membri:

Componente accademica (approvata nel CdF del 13/01/2021, verbale n. 176):
  • Daniele Niedda, Presidente Comitato e docente UNINT;
  • Salvatore Patera, docente UNINT;
  • Mariagrazia Russo, docente UNINT e Preside della Facoltà di Interpretariato e Traduzione;
  • Daniela Cecchini, Ufficio Placement UNINT.
Componente rappresentanti parti sociali (approvata nel CdF del 13/01/2021, verbale n. 176):
  • Guendalina Carbonelli, Antenna della direzione generale Traduzione, Commissione europea - Rappresentanza in Italia;
  • Rossana Cecchi, Consulente editoriale Hoepli;
  • Maria Giuseppina Cesari, Funzionario linguistico (traduttrice, interprete) - Ministero della Giustizia;
  • Barbara D’Annunzio, Responsabile Progetto ADA, Formazione docenti PLIDA - Società Dante Alighieri;
  • Barbara Lodi, EF Education First, agente di viaggio;
  • Anna Piperno, Dirigente Tecnico - Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca;
  • Maria Cristina Rigano, docente UNINT di Event Management;
  • Paolo Torrigiani, Capo Unità SCIC.A.IT, Commissione europea, Direzione Generale Interpretazione, Unità di interpretazione italiana.

Sono iscritto alla LM-37. Come posso conseguire i 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche necessari per l’insegnamento?

È necessario, al momento della compilazione del piano di studi, attenersi alle indicazioni del Decreto Ministeriale n. 259/2017, che dispone la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado. Si precisa che l’attuale sistema di reclutamento nella scuola italiana prevede, per l’accesso al concorso pubblico nazionale, che i 24 CFU siano distribuiti in almeno tre dei quattro ambiti disciplinari previsti (pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche) con un minimo di 6 CFU per ciascun settore.
Per ulteriori informazioni, visitare la sezione “I concorsi per insegnare nella scuola italiana” della pagina corrente.

Come posso richiedere l’attestazione dei 24 CFU? 

La richiesta di attestazione dei 24 CFU deve essere inviata tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “preparare 24 CFU UNINT nome e cognome”. È necessario indicare gli esami di cui si richiede il riconoscimento ai fini dei 24 CFU presentando un certificato di Laurea (o di iscrizione al Corso di Laurea, laddove ancora non si fosse conseguito il titolo) che attesti gli esami sostenuti. Occorre, inoltre, allegare i relativi programmi.

Ho sostenuto l’esame di Lingua e Linguistica della lingua X da 12 CFU. Posso inserire nel piano di studi il laboratorio di traduzione attiva IT-X?

Non è possibile inserire nel piano di studi il laboratorio di traduzione attiva IT-X, in quanto l’esame di Lingua e Linguistica da 12 CFU già prevede al suo interno un semestre di esercitazione laboratoriale di traduzione attiva.

I corsi offerti in modalità e-learning hanno un docente di riferimento?

Sì, i corsi disponibili sulla piattaforma e-learning sono equiparati in tutto e per tutto ai corsi erogati secondo la modalità tradizionale. Pertanto, il docente di riferimento è raggiungibile all’indirizzo mail istituzionale e svolge regolare attività di ricevimento degli studenti.

Quali tirocini sono attivi nell’ambito della LM-37 e che peso hanno all’interno del percorso formativo?

Le opportunità di tirocinio curriculare, tappa fondamentale del percorso formativo, variano in base ai progetti futuri e agli obiettivi degli studenti. Per gli studenti indirizzati all’insegnamento, vi sono convenzioni con scuole secondarie di primo e secondo grado, ma anche con scuole dell’infanzia, istituti di formazione e scuole private specializzate nell’insegnamento delle lingue straniere. Per gli studenti più interessati all’aspetto della comunicazione e delle relazioni internazionali, vi sono opportunità presso Ambasciate, Ministeri, Istituti di cultura ed enti pubblici di vario genere.
Si invitano gli studenti interessati a rivolgersi all’Ufficio Placement UNINT al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

È possibile prendere contatti autonomamente con un ente esterno per lo svolgimento del tirocinio?

L’Ateneo ha più di 800 convenzioni sottoscritte. Tuttavia, qualora uno studente intendesse effettuare il tirocinio presso un ente con cui ancora non è in essere una convenzione, e gli Organi di Facoltà dovessero valutare tale proposta coerente con gli obiettivi formativi del percorso di studi, è comunque possibile attivare una convenzione tra l’Ateneo e l’ente stesso. In tal caso, si invitano gli studenti a rivolgersi con adeguato anticipo all’Ufficio Placement UNINT al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

È possibile sostituire il tirocinio con uno dei laboratori presenti nell’offerta formativa?

Sì, è possibile sostituire il tirocinio con uno dei laboratori proposti di volta in volta dalla Facoltà.

È possibile nell’ambito della LM-37 effettuare un soggiorno di studi all’estero tramite accordi di mobilità studentesca?

È senz’altro possibile e, anzi, consigliato. La maggior parte degli Atenei internazionali con cui la Facoltà di Interpretariato e Traduzione ha stretto accordi di mobilità studentesca offre corsi e programmi in linea con gli obiettivi formativi della LM-37. Si invitano gli studenti a consultare l’Allegato 1 del Bando per la Mobilità ai fini di studio e combinata. Inoltre, l’Ufficio Mobilità e Relazioni Internazionali saprà indirizzarvi verso le mete più indicate per il vostro percorso di studi.

A quali organi di Ateneo devo rivolgermi per risolvere eventuali dubbi e problemi sorti durante il percorso?

Ogni Corso di Laurea dell’UNINT, ivi compresa la LM-37, prevede la nomina annuale di un Tutor, effettuata in seguito a una procedura di manifestazione di interesse da parte dei candidati. I tutor, selezionati fra coloro che si sono laureati (laurea magistrale) negli ultimi tre anni presso la Facoltà di Interpretariato e Traduzione, sono chiamati a fornire un aiuto diretto allo studente per inserirsi al meglio nei meccanismi e nella mentalità dello studio universitario. Vi sono, inoltre, altre figure istituzionali preposte alla mediazione fra gli Organi di Ateneo e gli studenti: il rappresentante degli studenti presso il Consiglio di Facoltà, il rappresentante degli studenti presso il Presidio di Qualità (AQ – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e la componente studentesca della Commissione Paritetica Docenti-Studenti.

Per accedere alla seduta di laurea di marzo è necessario pagare la retta universitaria dell’a.a. corrente?

Per poter accedere alla laurea di marzo 2022 occorre aver terminato gli esami entro la sessione straordinaria di novembre, alla quale si accede se non mancano più di due esami al completamento del piano di studi. In caso di laurea a luglio 2022 ci si dovrà invece iscrivere all’a.a. 2021/2022, pagando l’intero importo. La tassa scontata per laureandi è applicata solo agli studenti che hanno superato tutti gli esami entro la sessione straordinaria di novembre 2021.

Per consultare la documentazione del corso di studio, l'elenco completo degli insegnamenti e dei programmi, il calendario accademico, le sessioni di esame e di laurea è disponibile per gli studenti la nuova MyUNINT.

Instagram Facebook LinkedIn Twitter YouTube Telegram TikTok