Facebook

Chi lo ha detto che

la bellezza è effimera?

Il 41% dei beni di lusso europei è prodotto in Italia

La bellezza di abbracciare nuove prospettive

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E MANAGEMENT INTERNAZIONALE - Curriculum in Lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti

LEZIONI IN PRESENZA E IN DIRETTA STREAMING

 

LAUREATI ENTRO LA DURATA NORMALE DEL CORSO

UNINT
87%
Media nazionale
75.9%
 

LAUREATI OCCUPATI A UN ANNO DAL TITOLO - LAUREATI NON IMPEGNATI IN FORMAZIONE NON RETRIBUITA CHE DICHIARANO DI SVOLGERE UN'ATTIVITÀ LAVORATIVA E REGOLAMENTATA DA UN CONTRATTO

UNINT
75%
Media nazionale
68.6%
 

LAUREANDI COMPLESSIVAMENTE SODDISFATTI DEL CORSO

UNINT
92.3%
Media nazionale
91.9%
 
Fonte: indicatori quantitativi ANVUR aggiornati al 28/03/2020

Il corso di laurea in Economia e management internazionale - curriculum in Lusso, made in Italy e mercati emergenti forma laureati in grado di inserirsi all’interno del management di imprese operanti nei principali segmenti dell’alto di gamma e del made in Italy (es. moda, food, creative industries e turismo), e che dispongono di competenze legate all’analisi dei trend evolutivi del settore, alle specificità relative alla gestione di brand e di prodotti di lusso e alla definizione di strategie di internazionalizzazione verso i mercati emergenti. Grazie alla flessibilità del piano di studi, gli studenti possono sostenere l’intero biennio in lingua inglese oppure optare per un percorso misto italiano-inglese. Il Corso di laurea si caratterizza per una spiccata vocazione professionalizzante, grazie alla combinazione di insegnamenti teorici di base, corsi pratici incentrati sui principali settori del Made in Italy e sulle funzioni aziendali più direttamente connesse all’export, e laboratori linguistici e di specializzazione che forniscono il complemento di preparazione indispensabile per preparare laureati in grado di supportare le eccellenze italiane nei processi di internazionalizzazione verso i principali mercati del lusso globale. A partire dall’Anno accademico 2020/2021 la UNINT offre la possibilità di seguire gli insegnamenti anche in streaming in modalità sincrona, ogni studente iscritto avrà un tablet in dotazione, in modo da ottimizzare la gestione del tempo dedicato allo studio e agli spostamenti.

Caratteristiche del corso
Classe di laurea: LM-77
Anno Accademico: 2020-2021
Durata: 2 anni
Accesso: Libero previa verifica dei requisiti di accesso
Sede: Roma
Scarica la brochure

Il disegno e la struttura del corso di laurea magistrale Economia e management internazionalecurriculum in Lusso, made in Italy e mercati emergenti sono stati definiti sulla base dell’analisi delle opportunità occupazionali derivanti dai seguenti fenomeni:

  • la forte vocazione internazionale delle imprese Made in Italy: secondo l’ultimo rapporto ICE-ISTAT, nel 2019 l’export del made in Italy ha superato per la prima volta i 475 miliardi di euro, con una crescita del 41% rispetto al 2010. Facendo riferimento al solo export dei beni di consumo, il Made in Italy occupa la terza posizione al mondo dopo Cina e Germania. Il supporto all’export Made in Italy è stato oggetto del recente “patto per l’export” promosso dal Governo italiano con un investimento complessivo di 1,4 miliardi di euro;
  • la posizione di leadership mondiale dell'Italia nella produzione di beni di lusso: in Italia l’industria del lusso ha un valore pari a circa 115 miliardi di euro. Come rilevato dal rapporto "Global powers of luxury goods" di Deloitte, il nostro Paese è leader al mondo per numero di imprese produttrici e secondo le stime McKinsey in Italia si concentra oltre il 40% della produzione globale di luxury goods. Il 53% del fatturato del lusso italiano è legato all’export;
  • l’elevata incidenza futura dei mercati emergenti nell’export del lusso Made in Italy: secondo il rapporto “Esportare la Dolce Vita” nei prossimi 6 anni le esportazioni del “bello e ben fatto italiano” verso i 30 mercati emergenti a più elevato potenziale potranno crescere fino al 40%, grazie a 660 milioni di nuovi acquirenti di prodotti di alta gamma. In particolare, secondo le stime di McKinsey entro il 2025 la sola Cina assorbirà il 40% delle vendite mondiali di beni di lusso;
  • il forte appeal del brand Made in Italy sui consumatori del lusso mondiale: secondo l'indagine "True-luxury global consumer insight" condotta dal Boston Consulting Group per conto di Altagamma su un campione rappresentativo di 18,5 milioni di consumatori mondiali di lusso, il brand Made in Italy si colloca al vertice delle preferenze, in particolare dei millennials e dei consumatori cinesi;
  • l’elevata domanda di figure professionali specializzate da parte delle imprese del lusso: attualmente l’industria del lusso italiano occupa oltre 400mila addetti. Secondo le stime di Altagamma – l’associazione che riunisce i principali marchi del lusso Made in Italy – le imprese del settore nei prossimi anni necessiteranno di oltre 236 mila nuovi professionisti.

Questo curriculum è particolarmente indicato per studenti che hanno conseguito una laurea triennale nell’ambito delle lingue e dell’economia e che desiderano contribuire allo sviluppo internazionale dei prodotti e dei settori di eccellenza del nostro Paese in particolare verso i mercati emergenti, da cui in futuro proverrà la più elevata quota di domanda di beni di lusso. Gli studenti ideali hanno una spiccata vocazione per la comunicazione interculturale, sono predisposti alla comprensione delle differenze di gusti, criteri di scelta e comportamenti di acquisto che caratterizzano i consumatori esteri e sono interessati ad acquisire una comprensione profonda delle dinamiche dei settori di alta gamma e delle caratteristiche manageriali che caratterizzano le imprese e il sistema Made in Italy.

L'accesso al corso di laurea magistrale in Economia e management internazionale (LM-77) è subordinato al possesso di uno dei seguenti titoli:

  • diploma di laurea o diploma universitario di durata triennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto equipollente nei corsi di laurea delle classi L-14, L-16, L-18, L-33, L-36, L-37, L-40 (D.M. 270/2004) e delle classi 2, 15, 17, 19, 28, 31 (D.M. 509/1999);
  • diploma di laurea o diploma universitario di durata triennale diverso dai precedenti, con l'acquisizione di almeno 50 CFU in specifici settori scientifico-disciplinari definiti nel regolamento didattico del corso di studi. Per effettuare una verifica preliminare dei requisiti di accesso è possibile inviare un'email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. allegando il certificato degli esami sostenuti nel corso di laurea triennale con l'indicazione dei CFU conseguiti e dei settori scientifico-disciplinari degli insegnamenti. 

Prima dell’inizio delle lezioni la Facoltà organizza 4 pre-corsi della durata di 15 ore incentrati sui principali ambiti disciplinari del corso di laurea magistrale. I pre-corsi sono rivolti in particolare agli immatricolati che hanno conseguito o stanno per conseguire il titolo di laurea triennale in ambiti non direttamente collegati al Corso di laurea e ha l’obiettivo di fornire nozioni preliminari utili ad affrontare gli insegnamenti curricolari. La partecipazione ai pre-corsi è facoltativa, gratuita e non vincolante ai fini dell’iscrizione.

Per l’anno accademico 2020/2021 sono previsti i seguenti pre-corsi:

  • Pre-corso di Economia: ha l’obiettivo di fornire concetti di base sui principi, i concetti e le teorie fondamentali dell’economia nei suoi aspetti macro e micro (dal 22 settembre al 2 ottobre 2020);
  • Pre-corso di Gestione aziendale: fornisce un’introduzione al mondo aziendale e agli elementi strutturali, di funzionamento e contabili di un’azienda (dal 22 settembre al 2 ottobre 2020);
  • Pre-corso di Statistica: introduce i fondamenti della statistica ed è utile ad indirizzare gli studenti rispetto agli insegnamenti di Data Analysis e Social Media Analysis (dal 28 settembre al 9 ottobre 2020);
  • Pre-corso di Diritto: fornisce nozioni introduttive sul linguaggio e i fondamenti del diritto e si rivolge in particolare agli studenti che nel corso di laurea triennale non hanno mai affrontato esami afferenti all’area giuridica (secondo semestre).

L’accesso al Corso di laurea magistrale è vincolato a un colloquio non selettivo ma utile a comprendere il profilo e le conoscenze pregresse degli immatricolati. Per l'anno accademico 2020/2021 i colloqui si terranno nelle seguenti date: 15 ottobre e 5 novembre 2020 alle ore 10:30. È richiesta la registrazione al seguente form entro le relative scadenze: 12 e 30 ottobre 2020.

L’inizio delle lezioni per gli iscritti al primo anno è previsto il 5 ottobre 2020, mentre per gli iscritti agli anni successivi l’inizio delle lezioni è previsto il 28 settembre 2020. Le informazioni sulla procedura di immatricolazione sono disponibili sulla pagina Come iscriversi.

L’Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT crede fortemente nell’impegno profuso negli studi e premia gli studenti più meritevoli. Eroga infatti borse di studio legate esclusivamente al merito scolastico e universitario, prevedendo un’agevolazione sulla retta standard e, a partire dall'a.a 2020/21, per i nuovi immatricolati, borse di studio legate al talento e all’impegno sociale e civile, prevedendo un esonero parziale del valore del 50% della retta standard. Per saperne di più consulta la sezione dedicata disponibile al seguente link.

Preside Facoltà di Economia
Alessandro De Nisco
Professore Ordinario di Economia e gestione delle imprese
Preside della Facoltà di Economia
"Nella società e nell’economia della conoscenza il futuro appartiene a chi non smetterà di imparare"

Il corso di laurea magistrale in Economia e management internazionale si contraddistingue per una filosofia didattica basata su 6 pilastri fondamentali:

  • il connubio tra teoria e pratica: la struttura del piano di studi ha l’obiettivo di coniugare una solida conoscenza delle dinamiche della globalizzazione e dei suoi meccanismi economici e relazionali con insegnamenti professionalizzanti selezionati in funzione delle competenze richieste nei settori di riferimento;
  • la diversità dei punti di vista: durante il biennio gli studenti hanno la possibilità di confrontarsi con docenti di provenienza accademica, ai quali vengono di norma affidati gli insegnamenti di base, e con professionisti qualificati a cui vengono affidati i corsi caratterizzati da contenuti più pratici. La diversità dei punti di vista aiuta lo studente a sviluppare una comprensione profonda dei fenomeni, pensiero critico e flessibilità di pensiero e di ragionamento;
  • la formazione linguistica: la conoscenza delle lingue rappresenta un requisito imprescindibile confrontarsi con i mercati internazionali. Il Corso di laurea offre corsi di e in lingua inglese specifici per i singoli curricula, prevede la frequenza obbligatoria di almeno un laboratorio di lingue per il business (cinese, inglese o russo) e, più in generale, consente di approfondire lo studio di 8 lingue grazie agli insegnamenti offerti dalla Facoltà di Interpretariato e Traduzione;
  • la didattica laboratoriale: 9 laboratori di specializzazione, in lingua italiana e inglese, forniscono skills specialistici e immediatamente spendibili: dalla risoluzione dei conflitti, al fashion event management, alla sentiment analysis;
  • il confronto continuo con la realtà: grazie alla frequente organizzazione di seminari e testimonianze, gli studenti hanno la possibilità di confrontarsi continuamente con la realtà, per comprendere il mondo di oggi e le direzioni di domani. La Facoltà è inoltre attiva nell’organizzazione di webinar, come il ciclo #UNINTERVISTACON;
  • la prospettiva internazionale: la Facoltà incentiva i propri studenti a trascorrere almeno un semestre di studio all’estero durante il percorso di studio, grazie a 31 accordi attivi con Atenei europei ed extraeuropei. Un’esperienza utile per crescere non solo come professionisti, ma soprattutto come cittadini del mondo.

Anno Accademico 2020/2021

Il programma di studi è stato disegnato per garantire una formazione moderna e coerente con le competenze richieste dai settori di alta gamma del Made in Italy che operano sui mercati internazionali. A tal fine, il piano di studi prevede al primo anno insegnamenti di base finalizzati alla comprensione dello scenario economico internazionale e delle dinamiche specifiche che caratterizzano il sistema economico italiano. Gli studenti inoltre acquisiranno strumenti gli specifici inerenti al management delle imprese del lusso e del fashion e alla normativa sul commercio internazionale. Il piano di studi prevede la possibilità di scegliere tra due livelli di approfondimento del bilancio aziendale – un corso entry-level in lingua inglese di International accounting o un corso avanzato in lingua italiana di Tecniche di bilancio – e due livelli di studio della lingua inglese attraverso un corso base di English for International Affairs o, in alternativa, un corso avanzato di English for Fashion, Food and Design dedicato alla terminologia specifica dei tre settori. L’ammissione al corso base o al corso avanzato di lingua inglese viene determinato sulla base di un test preliminare di verifica del livello di conoscenza della lingua effettuato all’inizio dell’Anno accademico.

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
I ANNO
Political economy of Italy (in inglese) 9
Luxury and fashion management (in inglese) 9
European and international trade law (in inglese) 9
International accounting (in inglese) oppure Tecniche di bilancio (corso avanzato) 9
Economics of global trade (in inglese) oppure Economia internazionale 9
English for international affairs (corso base) oppure English for fashion, food and design (corso avanzato) 6

Dopo aver affrontato nel primo anno gli insegnamenti di base, nel secondo anno il piano di studi prevede insegnamenti più specifici e un’ampia possibilità di personalizzazione, con la scelta tra corsi professionalizzanti in lingua italiana e inglese dedicati ai settori di punta e alle principali funzioni aziendali del Made in Italy. In particolare, sul piano giuridico gli studenti possono scegliere di approfondire il diritto della moda e della proprietà industriale, il diritto commerciale cinese, il diritto della concorrenza o il diritto pubblico comparato. Dal punto di vista gestionale, il piano di studi prevede insegnamenti in lingua inglese dedicati al marketing del Made in Italy, al sales management e al retailing e al settore food and beverage. La formazione dello studente è inoltre completata da un corso di natura statistica, con la scelta tra un insegnamento base di Data analysis in lingua inglese o un insegnamento avanzato di Social media analysis in italiano. In questo anno il piano di studi prevede inoltre 12 CFU a libera scelta, che la Facoltà suggerisce di colmare con due insegnamenti in lingua inglese dedicati al brand management e all’hospitality management. Gli studenti, tuttavia, possono liberamente personalizzare il proprio piano di studi, scegliendo due corsi da 6 CFU tra tutti quelli attivi nel Corso di laurea oppure attingendo dagli insegnamenti offerti dalla Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Il profilo professionalizzante del secondo anno è completato dalla frequenza obbligatoria di almeno un laboratorio annuale di Lingue per il business (cinese, inglese o russo) e di almeno un laboratorio di specializzazione, a scelta tra il laboratorio di Fashion event management (in lingua inglese) o il laboratorio di Lusso sostenibile. Infine, al fine di fornire allo studente un ponte verso il mondo del lavoro, il piano di studi prevede un tirocinio curriculare di 75 ore o, in alternativa, un secondo laboratorio scelto tra quelli attivi nel Corso di studio.

INSEGNAMENTI OBBLIGATORI CFU
II ANNO
Fashion and intellectual property law (in inglese) oppure Diritto commerciale cinese 6
International retail and sales management (in inglese) oppure Food and beverage industry (in inglese) 6
Data analysis (corso base in inglese) oppure Social media analysis (corso avanzato) 6
Diritto della concorrenza e tutela del consumatore oppure Comparative public law (in inglese) 9
Marketing for made in Italy (in inglese) 9
Due esami a libera scelta dello studente.
Consigliati
: Hospitality and tourism management (in inglese) e International brand management
12
ALTRE ATTIVITÀ CFU
Laboratorio di Lingue per il business (a scelta tra cinese, inglese e russo)
Laboratorio di Lusso sostenibile (in collaborazione con Womsh)
oppure
Laboratory of Fashion event management
3
Tirocinio o Laboratorio sostitutivo di tirocinio 3
Prova finale 12

Il corso di laurea magistrale Economia e management internazionale – curriculum in Lusso, made in Italy e mercati emergenti forma professionisti in grado di inserirsi all’interno del management di imprese operanti nei principali segmenti dell’alto di gamma e del made in Italy (moda, food, turismo). Al termine degli studi, i laureati dispongono di competenze legate all’analisi e interpretazione dei trend evolutivi del settore, alla definizione di strategie di sviluppo internazionale verso i mercati emergenti, al marketing e alla gestione della funzione commerciale e del retailing a livello globale. Grazie al connubio tra competenze teorico-pratiche di carattere organizzativo e manageriale, alla comprensione delle dinamiche specifiche dei settori di eccellenza del Made in Italy e alle elevate conoscenze linguistiche, i laureati si caratterizzano per un profilo moderno e completo, in grado di rispondere alle complesse sfide dell’internazionalizzazione del sistema economico italiano.

La vocazione professionalizzante del Corso di laurea è garantita dall’elevato numero di attività laboratoriali. In particolare, la Facoltà di Economia offre ai propri laureandi magistrali 3 laboratori linguistici annuali (cinese, inglese e russo) e numerosi laboratori di specializzazione, in lingua italiana e inglese, incentrati su tematiche di interesse dei diversi curricula. I laboratori, alcuni dei quali organizzati in partnership con aziende e istituzioni nazionali e internazionali, rappresentano una parte integrante della formazione dello studente, che acquisisce competenze immediatamente spendibili nel mondo del lavoro.

LABORATORI CFU
Comunicazione multimediale e web design 9
Comunicazione pubblica e campaigning 3
Comunicazione sociale e fundraising (in collaborazione con Legambiente) 3
Digital advertising  3
Economia dei cambiamenti climatici 3
Europrogettazione (in inglese)* 3
Fashion event management (in inglese) 3
Intelligenza emotiva 3
Lingue per il business (a scelta tra cinese, inglese e russo)
3
Lusso sostenibile (in collaborazione con Womsh) 3
Negotiation and conflict resolution (in inglese) 3
Web reputation e sentiment analysis 3

*Laboratorio attivo all’interno del corso di laurea magistrale in Investigazione, criminalità e sicurezza internazionale (LM-52).

Il tirocinio rappresenta un’attività formativa di fondamentale importanza per lo sviluppo delle competenze dello studente. La UNINT riconosce crediti formativi laddove il tirocinio (o l’attività lavorativa) sia in linea con il curriculum di studi. Nella Facoltà di Economia sono previste tre diverse modalità di accesso e di riconoscimento del tirocinio curricolare:

  1. Adesione agli annunci proposti dall’Ufficio Placement attraverso la pagina dedicata e/o aderendo alla newsletter con gli annunci e le offerte lavorative e di stage. L’Ufficio Placement è a disposizione per individuare, tra le convenzioni attive, le opportunità maggiormente coerenti con il percorso formativo e gli obiettivi professionali dei singoli studenti.
  2. Tirocinio proposto dallo studente con stipula della convenzione tra l’azienda proposta e l’Ateneo: lo studente può proporre o segnalare un’azienda presso cui svolgere il tirocinio curricolare. In questo caso è necessario inviare una richiesta via email all’Ufficio Placement specificando: 1. Le caratteristiche dell’azienda/ente; 2. Le mansioni da svolgere; 3. La durata. Tale richiesta sarà valutata dal Preside della Facoltà e dal Delegato Placement di Facoltà. In caso di esito positivo, lo studente potrà procedere con la predisposizione della documentazione richiesta (convenzione, anagrafica aziendale, progetto formativo) attraverso l’apposita modulistica da richiedersi all’Ufficio Placement. 
  3. Riconoscimento di tirocinio non attivato attraverso la UNINT o di attività lavorativa regolamentata da contratto: al fine di supportare gli studenti lavoratori, la Facoltà di Economia consente il riconoscimento di tirocini attivati autonomamente dallo studente (ad esempio attraverso enti pubblici o agenzie per il lavoro) e di attività lavorative in corso regolarmente contrattualizzate. La procedura da seguire è disponibile a questo link. Di seguito è possibile scaricare la documentazione. 

Modulo A - Tirocinio esterno

Modulo A - Contratto di lavoro

Modulo B - Richiesta riconoscimento

 

Per richieste di informazione e assistenza sul tirocinio curricolare è possibile contattare l’Ufficio placement (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e il Delegato al Placement della Facoltà di Economia (Prof.ssa Giada Mainolfi – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

La Facoltà di Economia mette a disposizione un servizio di tutoring informativo e didattico per supportare lo studente nelle normali difficoltà che caratterizzano il percorso di studio. Per qualsiasi esigenza lo studente ha a disposizione diverse figure di supporto:

  • Preside di Facoltà (prof. Alessandro De Nisco – riceve su appuntamento all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.): svolge un’attività di coordinamento su tutti i Corsi di studio della Facoltà, pertanto è il punto di riferimento a cui rivolgersi in caso di problematiche particolarmente significative inerenti all’organizzazione complessiva del Corso di studio, quali la calendarizzazione degli insegnamenti o la gestione del rapporto con i docenti.
  • Senior Tutor del Corso di studio (prof. Pier Luigi Belvisi – riceve su appuntamento all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.): è un professore di ruolo della Facoltà con ampia esperienza didattica. Fornisce informazioni e assistenza su questioni inerenti all’offerta formativa specifica del Corso di studio (es. suddivisione degli insegnamenti per annualità e per semestre, organizzazione delle lezioni), alla compilazione e gestione dei piani di studio (es. scelta del curriculum, delle soft skills e degli insegnamenti a libera scelta), alle problematiche legate al recupero delle lacune nelle conoscenze in ingresso, alla regolarità degli studi, al metodo di apprendimento, e in generale a tutto ciò che concerne l’orientamento in ingresso e in itinere per gli studenti iscritti al Corso di studio.
  • Junior tutor del Corso di studio (dott. Guglielmo Maccario – riceve il giovedì dalle 11 alle 13 presso la sala dottorandi al II piano e su appuntamento all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.): è un dottorando di ricerca dell’Ateneo e fornisce assistenza agli studenti in caso di difficoltà nel contatto e reperimento dei docenti o nella gestione dei rapporti con gli uffici amministrativi (es. segreteria studenti, ufficio placement, ufficio orientamento, ufficio relazioni internazionali), di problematiche minori e consigli sul metodo di apprendimento, di richiesta di assistenza per l’organizzazione di eventi e iniziative culturali promosse dagli studenti del Corso di studio.
  • Peer tutor: è uno studente senior iscritto al Corso di studio o laureato da meno di un anno che mette a disposizione dei colleghi la propria esperienza da una prospettiva diversa da quella del docente. Il peer tutor fornisce assistenza “alla pari” (in particolare alle matricole) sul metodo e le abitudini di studio, sulla vita sociale e sulle attività di aggregazione, favorendo la condivisione informale delle informazioni e l’integrazione degli studenti nella comunità accademica della UNINT. Per l’Anno accademico 2020/2021 il peer tutor del Corso di laurea è la Dott.ssa Miriam Patrese (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).
  • Tutorato e assistenza sui singoli insegnamenti: per necessità di assistenza sui singoli insegnamenti, gli studenti possono incontrare i docenti al termine delle lezioni o contattarli per richieste di informazioni o per fissare un appuntamento. La rubrica unica con i nominativi e i contatti dei singoli docenti è disponibile a questo link.
  • Tutor di Matematica: la Facoltà mette a disposizione un tutor specifico a supporto degli insegnamenti di Matematica per l’economia e per le aziende e di Matematica delle reti informative e tecnologiche. Per l’Anno accademico 2019/2020 il tutor è il dott. Dario Cini. Durante ogni semestre il tutor è a disposizione nelle ore e nell’aula indicati nel quadro orario delle lezioni.

In ciascun Corso di studio vi è un rappresentante degli studenti, eletto dagli iscritti, il quale partecipa ai Consigli di Facoltà esprimendo la voce e il punto di vista dei colleghi. Gli studenti iscritti al Corso di studio, in forma individuale o aggregata, possono rivolgersi al proprio rappresentante per condividere problematiche o questioni di rilievo da sottoporre all’attenzione del Consiglio di Facoltà. Il rappresentante degli studenti per il corso di laurea triennale in Economia e management d’impresa è Elisabetta Lannutti (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Il corpo docente è composto da accademici e da funzionari provenienti da alcune delle principali istituzioni internazionali e nazionali operanti a livello globale, quali Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale, Agenzia internazionale per l'energia atomica, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo. Gli insegnamenti sono inoltre tenuti da esperti che annoverano tra le proprie esperienze professionali attività presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, il Ministero dello sviluppo economico, il Ministero dell'Economa e delle Finanze, il Ministero della Giustizia, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, il Dipartimento Politiche giovanili e attività sportive della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Corte di cassazione, il Consiglio Superiore della Magistratura, l’Alto Commissario per la prevenzione e il contrasto della corruzione e delle altre forme di illecito nella pubblica amministrazione, lo European Corporate Governance Institute, KPMG, Eni Spa.

L'elenco completo dei docenti è disponibile al seguente link.

Il Comitato di indirizzo ha il compito di orientare le attività dei corsi di laurea nelle interazioni con il territorio, le Istituzioni, i mass media, il mondo delle professioni, il sistema produttivo e la società civile, ai sensi dell'art. 11 del D.M. n. 270 del 22 ottobre 2004 e della Circolare Miur n. 416 del 01/12/2005. Sono attualmente membri esterni del Comitato di indirizzo della Facoltà di Economia:

  • Massimo Fedeli, Responsabile della Direzione centrale per le tecnologie informatiche e della comunicazione dell’ISTAT;
  • Daniela Conte, Presidente Associazione Giovani nel Mondo;
  • Salvatore Rebecchini, già Presidente SIMEST e Commissario dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (ANTITRUST).

Per consultare l'elenco completo degli insegnamenti e dei programmi, il calendario accademico, le sessioni di esame e di laurea è disponibile per gli studenti la nuova MyUNINT.