Facebook
 

Ricercatore principale

Brooke Townsley (Middlesex University)

Altri ricercatori coinvolti

Annalisa Sandrelli e Claudia Monacelli (UNINT),
Università di Alicante,
Università di Iasi,
Università Ku Leuven di Anversa,
Università di Varsavia,
Chartered Institute of Linguists.

Ambito di ricerca

interpretazione nell’ambito della mediazione civile e commerciale

Anno di inizio

2014

Durata prevista

2 anni

Obiettivi

La mediazione civile e commerciale è uno degli strumenti di risoluzione delle controversie alternativi alla giurisdizione: il mediatore civile è un soggetto nuovo e diverso rispetto ad un giudice e/o ad un arbitro e ha la funzione di cercare di facilitare il dialogo per il raggiungimento di un accordo tra le parti in contesa. Si tratta di uno strumento fortemente promosso nella UE da apposite direttive. Tuttavia, quando la contesa coinvolge soggetti che non hanno una lingua in comune, c’è una barriera linguistica che deve essere superata in qualche maniera. Il progetto ha l’obiettivo di raccogliere informazioni su come tali ostacoli vengano gestiti e in particolare sull’impatto dell’interpretazione tra lingue diverse nella mediazione civile e commerciale nella UE, per elaborare anche una proposta didattica specifica.

Breve descrizione del progetto

Il progetto, finanziato dalla Commissione europea, prende in esame come vengono superate le barriere linguistiche nel ricorso al mediatore civile e commerciale (uso di mediatori bilingui, uso di una lingua franca, interpreti professionisti) in Belgio, Italia, Polonia, Regno Unito, Romania, Spagna. La ricerca sul campo prevede la disamina della legislazione esistente in materia e un’indagine mediante questionari presso i fornitori dei servizi di mediazione dei vari paesi. Sulla base dei dati ottenuti, sono formulate delle proposte didattiche specifiche per la formazione di interpreti qualificati a operare in questo settore.

Risultati attesi

Il progetto si è articolato in quattro riunioni di lavoro (Londra, Varsavia, Londra e Roma), culminate in un Simposio finale a Londra il 10 marzo 2016, e ha prodotto un volume collettaneo e materiali didattici multimediali online.

Altro

Sito del progetto (con pubblicazioni e materiali didattici)
http://www.understandingjusticeproject.com/  
 

Volume collettaneo:
Brooke Townsley (ed.) Understanding justice. An enquiry into interpreting in civil justice and mediation, Middlesex University, 2016.  ISBN: 978-1-911371-24-3. url 

 

OPEN DAY 2019

12 settembre

Iscrizioni aperte fino al 5 novembre 2019

Preimmatricolati ora|Scopri come iscriverti

Università degli studi internazionali di Roma - UNINT

L'Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT è un Ateneo non statale fondato a Roma nel 1996 con il nome di Libera Università degli Studi San Pio V. Fin dagli esordi, il progetto dei fondatori evidenzia alcuni elementi caratterizzanti destinati a confluire nel successivo itinerario formativo tra cui la presenza nel corpo docente di eminenti personalità italiane e straniere del mondo culturale, professionale e accademico, la vicinanza con le diverse realtà lavorative e una spiccata vocazione internazionale.

La mission: Adding extra to the Ordinary.

CORSI DI LAUREA TRIENNALE
LINGUE PER L'INTERPRETARIATO E LA TRADUZIONE (L-12)
ECONOMIA E MANAGEMENT D'IMPRESA (L-18)
CORSI DI LAUREA MAGISTRALE
INTERPRETARIATO E TRADUZIONE (LM-94)
LINGUE PER LA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE E LA DIDATTICA (LM-37)
ECONOMIA E MANAGEMENT INTERNAZIONALE (LM-77)
INVESTIGAZIONE, CRIMINALITÀ E SICUREZZA INTERNAZIONALE (LM-52)

 

Laureati soddisfatti dell'esperienza universitaria nel suo complesso*

 

Laureati soddisfatti del rapporto con il corpo docente*

 

Studenti magistrali che hanno svolto un tirocinio riconosciuto dal proprio corso di studi (triennale o magistrale)*

 

Secondi in Italia per laureati triennali che hanno svolto periodi di studio all’estero nel corso degli studi universitari (41,1%)*

*XXI Indagine (2019) Almalaurea - Profilo dei laureati