UNINT

MA CHE COMBINI?

studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo

Coronavirus

All'interno dell'edificio non è più necessario il mantenimento della distanza di sicurezza: la capienza della Biblioteca e delle aule, sia dell’Ateneo sia della sede della Scuola di Alta Formazione, è nuovamente al 100%; l’utilizzo delle mascherine diviene raccomandato e non più obbligatorio; l’accesso alle aule e ai laboratori deve essere ordinato evitando di creare assembramenti.

Per l’accesso in Ateneo è comunque raccomandato avere con sé un DPI idoneo a protezione delle vie respiratorie (preferibilmente FFp2) allo scopo di prevenire la diffusione dell'infezione da SARS‐CoV‐2 a tutela propria e dei soggetti fragili, da utilizzare quando non si riesca a mantenere una distanza interpersonale congrua.

È possibile seguire le lezioni in presenza e in diretta streaming, tale modalità è garantita anche se terminato lo stato di emergenza sanitaria.

La consultazione e la fruizione in diretta streaming dei contenuti è possibile attraverso la piattaforma Everywhere. La piattaforma è facilmente accessibile attraverso qualsiasi dispositivo connesso a Internet utilizzando le credenziali MyUNINT, che sono fornite all’atto dell’immatricolazione. All'interno di Everywhere è possibile accedere a tutti gli insegnamenti presenti nell'offerta formativa dell'Ateneo, selezionando l’anno accademico, la Facoltà e il corso di laurea di riferimento. Ogni insegnamento è dotato di una sua aula virtuale dalla quale si può accedere al materiale (audio, video, presentazioni, slide, ecc.) inserito dal docente titolare del corso e partecipare alle sessioni in diretta streaming delle lezioni. Sono inoltre previsti strumenti avanzati che consentono l’interazione quali chat, forum e lavagna condivisa. Per accedere a Everywhere clicca qui

Per permettere all’ateneo di sfruttare al meglio la capienza delle aule secondo il numero di persone che seguono ogni corso, preghiamo gli studenti che hanno intenzione di seguire in presenza di prenotarsi per le diverse lezioni mediante l'applicazione UNINTOUCH o tramite la seguente pagina (clicca qui per consultare la Guida).

Pur non essendo obbligatoria, tale prenotazione permette all’ateneo di gestire al meglio i propri spazi.

Ti invitiamo quindi a prenotare il tuo posto in aula entro le ore 13:00 del giorno prima della lezione alla quale vuoi prendere parte.

La prenotazione è invece obbligatoria per le aule “Laboratorio” dotate di postazione pc.

Ti ricordiamo che è sempre possibile seguire le lezioni in diretta streaming. Nel paragrafo successivo troverai le informazioni utili per seguire le lezioni online.

In considerazione dell’andamento della situazione legata alla pandemia e in linea con le indicazioni ministeriali, le quali vanno verso il pieno ritorno alla normalità e all’attività in presenza, in data 21 maggio 2022, il Senato accademico dell’Università degli Studi Internazionali di Roma ha deliberato che a partire dalla sessione estiva 2022, tutte le prove di esame verranno effettuate esclusivamente in presenza, fatta eccezione per i seguenti casi:

  • Studente regolarmente registrato per sostenere una prova di esame risultato positivo al Covid in un test effettuato non più di 48 ore prima della data dell’esame: in questo caso la persona interessata è tenuta a inviare quanto prima via email alla Segreteria di presidenza della Facoltà di appartenenza la certificazione che attesta la positività al COVID-19 o l’obbligo di quarantena. Lo studente può quindi decidere di rinviare l’esame al secondo appello (se la positività o la quarantena coincidono con il primo appello della sessione) o richiedere al docente titolare dell’insegnamento di svolgere l’esame a distanza.
    - Nel caso in cui l’esame si svolga in forma scritta, sarà il docente a stabilire e a comunicare allo studente se sussistono le condizioni per lo svolgimento della prova scritta a distanza o se la prova dovrà essere svolta unicamente in forma orale attraverso la piattaforma telematica di Ateneo;
    - se la prova di esame si svolge unicamente in forma orale, si potrà tenere in via telematica.
  • Positività al Covid per un docente in coincidenza con un appello:
    - o nel caso in cui sia prevista una prova scritta, questa potrà essere svolta in presenza, se lo stato di salute del docente lo consente, con almeno uno dei componenti della Commissione fisicamente presente in aula insieme agli studenti, mentre il docente affetto da COVID-19 o in quarantena sarà collegato con l’aula a distanza;
    - se la prova di esame è prevista esclusivamente in forma orale, potrà essere svolta in modalità telematica o con un docente in presenza e l'altro in via telematica, secondo il parere del presidente della commissione o, se le condizioni di salute del docente non consentono l’espletamento della prova di esame, questa viene rinviata ad altra data.
  • Persone con invalidità al 100% in possesso di adeguata certificazione da consegnare in segreteria: in questi casi le prove di esame potranno essere svolte a distanza rispettando gli accorgimenti e le modalità comunicate dai docenti. Lo studente è tenuto a contattare i docenti responsabili degli insegnamenti dei quali intende sostenere gli esami con congruo anticipo rispetto alla data prevista per ciascun esame.
  • Persone che si trovino all'estero in modo stabile o per un periodo più o meno lungo per motivi di lavoro o per tirocinio, dimostrati con adeguata certificazione. In questi casi gli esami potranno essere sostenuti a distanza sotto la sorveglianza di un pubblico ufficiale presso una sede indicata dall’Ateneo nel paese in cui si trovi lo studente o, in caso di impossibilità materiale, in un paese ad esso vicino. Le persone che si trovino in questa condizione dovranno informare la presidenza della facoltà di appartenenza con un congruo anticipo rispetto alla data prevista per l’esame al fine di rendere possibili gli accordi necessari con le istituzioni da coinvolgere per la sorveglianza. Sono escluse da questa tipologia le persone che si trovino all’estero per una breve trasferta di pochi giorni ancorché per motivi di lavoro, le quali potranno sostenere gli esami in altri appelli.

In tutti gli altri casi, gli esami potranno essere sostenuti esclusivamente in presenza, nelle date stabilite per ciascun esame di ciascun insegnamento.

  1. Se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore), NON venire all’Università;
  2. quando accedi agli spazi universitari accertati di avere con te una mascherina di protezione delle vie respiratorie (chirurgica o di livello superiore) da indossare laddove non sia possibile mantenere un congruo distanziamento interpersonale;
  3. evita gli assembramenti e il contatto fisico;
  4. lava frequentemente le mani o usa gli appositi dispenser di soluzioni igienizzanti per tenerle pulite; evita di toccarti il viso e la mascherina:
  5. segui sempre tutte le indicazioni riportate sulla cartellonistica affissa in Ateneo.

Decadendo dal 1 luglio 2022 l’obbligo di indossare la mascherina all’interno dell’Ateneo e della sede della Scuola di Alta Formazione, sarà incrementata la possibilità di incorrere in contatti “ad alto rischio”. Per tali ragioni, al fine di garantire il più possibile la sicurezza di quanti presenti nelle predette sedi si chiede di seguire, nei casi accertati di positività al COVID-19, quanto di seguito indicato.

In caso di positività al COVID-19 il personale docente dovrà informare la Segreteria di Presidenza della propria Facoltà per gli adempimenti connessi a lezioni ed esami; se presente in Ateneo o presso la sede della Scuola di Alta Formazione nelle 48 ore antecedenti la riscontrata positività, esponendo altre persone a contatti riconducibili a quelli definiti “ad alto rischio”, dovrà inviare una ulteriore comunicazione all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con le informazioni necessarie a effettuare le opportune notifiche agli interessati. L’ ufficio provvederà, ove ritenuto necessario a seguito delle informazioni ricevute, a notificare ai contatti il caso COVID-19 accertato invitandoli all’auto-sorveglianza o a contattare il medico in presenza di sintomi riconducibili al COVID-19.

In caso di positività al COVID-19 il personale amministrativo dovrà informare l’Ufficio Personale e il Referente UNINT per COVID-19, inviando una comunicazione all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con le informazioni necessarie a effettuare le opportune notifiche agli interessati. L’ ufficio provvederà, ove ritenuto necessario a seguito delle informazioni ricevute, a notificare ai contatti il caso COVID-19 accertato invitandoli all’auto-sorveglianza o a contattare il medico in presenza di sintomi riconducibili al COVID-19.

In caso di positività al COVID-19 gli studenti, solo se presenti nelle 48 ore antecedenti la riscontrata positività e abbiano avuto contatti riconducibili al caso del “contatto ad alto rischio”, dovranno inviare una comunicazione, con le informazioni necessarie a effettuare le opportune notifiche agli interessati, all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. L’ ufficio provvederà, ove ritenuto necessario a seguito delle informazioni ricevute, a notificare ai contatti il caso COVID-19 accertato invitandoli all’auto-sorveglianza o a contattare il medico in presenza di sintomi riconducibili al COVID-19.

A seguito di comunicazione di positività per COVID-19 sarà necessario, in via precauzionale, seguire il regime di auto-sorveglianza avendo cura di:

  • indossare una mascherina di tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultimo contatto con il caso positivo;
  • prestare attenzione alla comparsa di eventuali sintomi (es. febbre, tosse, raffreddore, mal di testa, mal di pancia, etc.);
  • in presenza di sintomi avvisare il medico curante il prima possibile.

Si specifica che in base al Decreto Legge 24 marzo 2022 n. 22 la quarantena si applica ai soli soggetti positivi al virus SARS-CoV-2; in tutti gli altri casi è prevista l’auto-sorveglianza.

In base alle attuali disposizioni i soggetti conviventi con soggetti positivi al COVID-19 dovranno osservare il regime di auto-sorveglianza, indossando obbligatoriamente una mascherina FFP2 per 10 giorni, sempreché nel frattempo non siano insorti sintomi riconducibili all’infezione da SARS-CoV-2; in tale caso dovranno avvisare il medico curante il prima possibile.

Si definisce contatto stretto chi, nelle 48 ore precedenti la positività o l’insorgenza dei sintomi:

  • ha vissuto nella stessa casa di un caso COVID-19;
  • ha avuto un contatto fisico diretto con un caso COVID-19 (per esempio la stretta di mano);
  • ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso COVID19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati)
  • ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti;
  • si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni) con un caso COVID-19 in assenza di mascherina;
  • ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso COVID-19.

Per contatto a basso rischio si intende una persona che ha avuto una o più delle seguenti esposizioni:

  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, ad una distanza inferiore ai 2 metri e per meno di 15 minuti;
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni) o che ha viaggiato con un caso COVID-19 per meno di 15 minuti.

Studi recenti suggeriscono che un caso può essere contagioso già a partire da 48 ore prima dell'inizio della comparsa dei sintomi, che potrebbero anche passare inosservati, e fino a due settimane dopo l'inizio dei sintomi.
La possibile trasmissione asintomatica o pre-sintomatica dell'infezione è una delle maggiori sfide per contenere la diffusione del SARS-CoV-2 e indica la necessità di mettere rapidamente in quarantena i contatti stretti dei casi per impedire l'ulteriore trasmissione dell'infezione.

Le più recenti stime suggeriscono che il periodo di incubazione (intervallo di tempo tra esposizione e insorgenza di sintomi clinici) medio sia di 5-6 giorni, ma può variare molto da un caso all'altro.

Tampone molecolare rinofaringeo

È eseguito su campione biologico delle alte vie respiratorie, con prelievo dalla mucosa rinofaringea tramite un bastoncino simile ad un cotton fioc, e permette di identificare direttamente il materiale genetico del virus SARS-CoV-2, utilizzando metodi molecolari di real-time RT-PCR (Reverse Transcription-Polymerase Chain Reaction) che amplificano la quantità del materiale genetico eventualmente presente. Questo esame può essere effettuato solo dai centri che fanno parte della rete di laboratori altamente specializzati, istituita dalla Regione per la diagnosi di laboratorio del virus SARS-CoV-2; il tampone per il prelievo è inoltre effettuabile presso le POSTAZIONI DI DRIVE-IN.

TEMPI DI RISPOSTA: richiede in media dalle 2 alle 6 ore per l'analisi in laboratorio.

Il tampone molecolare rinofaringeo è attualmente il più affidabile per la diagnosi di infezione da coronavirus.

Tampone antigenico rinofaringeo (tampone rapido)

Questa tipologia di test è basata sulla ricerca, attraverso tampone rinofaringeo, delle proteine di superficie del virus (antigeni), indicativi di una infezione virale in corso.

TEMPI DI RISPOSTA: i tempi sono molto brevi, circa 15 minuti.

L'affidabilità di tale test dipende dalla carica virale e dal quadro clinico della persona: è maggiore in presenza di carica virale più elevata, ossia nella prima fase dell'infezione, sia essa sintomatica o asintomatica.

Il consiglio della ASL di competenza dell’Ateneo è di eseguire preferenzialmente test antigenici non rapidi (di laboratorio), test antigenici rapidi con lettura in fluorescenza, test basati su microfluidica con lettura in fluorescenza, che rispondano alle caratteristiche di sensibilità e specificità minime (sensibilità ≥80% e specificità ≥97%, con un requisito di sensibilità più stringente (≥90%) in contesti a bassa incidenza).

Ordinanza 15 giugno 2022

Decreto-Legge 24 marzo 2022, n. 24 


L’Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT, a tutela della salute della comunità universitaria, ha adottato un protocollo di sicurezza in applicazione delle misure disposte dalle autorità competenti per affrontare l’emergenza Covid-19. 

Il ricevimento per i docenti è consigliato in via prioritaria ricorrendo alle modalità a distanza; potranno essere concordati appuntamenti in sede. È consentito previa prenotazione e ricezione di e-mail di conferma. 

È possibile recarsi presso la Segreteria Studenti previo appuntamento tramite la propria area personale o contattando i seguenti recapiti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 06 510 777 401.

È possibile prenotare una visita dell’Ateneo contattando l’ufficio orientamento al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o compilando il seguente form.

Gli studenti UNINT in mobilità a fini di studio o di tirocinio, possono godere del sostegno dell’Ateneo in caso di rientro anticipato o improvviso.

L'Ufficio Mobilità e Relazioni internazionali è in costante contatto con tutti i partner UE ed extra-UE al fine di scambiarsi informazioni sulle iniziative di ogni singolo ateneo per fronteggiare la pandemia. Inoltre, è in costante contatto con tutti gli studenti incoming per fornire loro tutte le necessarie informazioni sulla politica di Ateneo e del Ministero per le misure di contenimento del virus.

Sulla base di quanto riportato nella nuova Guida al Programma Erasmus+ 2022, e secondo le indicazioni dell’Agenzia Nazionale Erasmus+/Indire lo studente in uscita deve obbligatoriamente svolgere un periodo di mobilità fisica presso il paese partner per un minimo di 60 oppure 90 gg. (sulla base della tipologia di mobilità e finanziamento accordato allo studente).

Tuttavia, è stata inclusa la possibilità per lo studente, di svolgere mobilità blended: al periodo obbligatorio da svolgere fisicamente all’estero lo studente potrà prevedere un periodo di mobilità virtuale (da svolgere presso il proprio paese di origine e per il quale non riceverà nessun contributo economico).

Si conferma che nel caso in cui il partecipante che si reca nel paese ospitante sia obbligato a rispettare un periodo di quarantena secondo le norme vigenti nel paese stesso, tale periodo potrà essere conteggiato ai fini della determinazione della durata totale della mobilità e del relativo contributo.

I tirocini curricolari potranno essere svolti in presenza o a distanza in base a quanto concordato con l’azienda, l’ente o l’istituzione ospitante.

Laddove non sia possibile svolgere un tirocinio esterno a distanza o in presenza, ai fini della conclusione in tempi utili del percorso formativo degli studenti, i tirocini curricolari potranno essere svolti in attività interne all’Ateneo (uffici, progetti di ricerca, Terza Missione etc.) o essere sostituiti da laboratori o seminari.

I tirocini in ambito sanitario continuano ove l'ente ospitante lo consenta.

È attivo uno sportello di ascolto settimanale aperto agli studenti e coordinato dal Dott. Alessandro Frolli. Maggiori informazioni al seguente link.

L’Ateneo ha nominato la dott.ssa Laura Gentili Referente UNINT per Covid-19 per i protocolli di prevenzione e controllo in ambito universitario e per le procedure di gestione dei casi Covid-19 sospetti e confermati.

È possibile contattare il Referente UNINT per Covid-19 al seguente indirizzo e-mail per le comunicazioni relative al Covid-19: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Al predetto indirizzo potranno essere inviate richieste di informazioni relative al Covid-19 e dovranno essere notificati i casi accertati di positività e di isolamento fiduciario.

Instagram Facebook LinkedIn Twitter YouTube Telegram TikTok