Luca Lorenzetti

Stampa PDF email

Informazioni personali

Tipo di inquadramento presso UNINT: docente in affidamento esterno
SSD: L-LIN/01 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Insegnamenti

LINGUISTICA GENERALE

Orario di ricevimento

Venerdì dalle 13 alle 14.

Appartenenza ad associazioni

Membro della Società Italiana di Glottologia e del Centro studi G.G. Belli.

Ambiti di specializzazione

Dialettologia italiana antica e moderna; lessicologia e lessicografia italiane; linguistica e filologia dell’Italia antica; linguistica contattuale romanza; etimologia; onomastica storica; storia dei gerghi e delle varietà giovanili.

Eventuale altro tipo di attività

• 1991-1998: membro della direzione scientifica del GRADIT - Grande dizionario italiano dell'uso, diretto da T. De Mauro (6 vols. + cd-rom, Torino, UTET, 1999).
• 1997: revisione generale del DIB - Dizionario italiano di base, ed. da T. De Mauro e G. Moroni, Torino, Paravia, 1998.
• 1998: collaborazione con articoli di divulgazione scientifica alla rivista "Computer - Internet e altro", supplemento settimanale della "Repubblica".
• 1998-2000: autore e consulente per Rai educational, programmi Tv e multimedia "Lemma" e “Calepio”.
• 2011-oggi: associato al CNR, Istituto di ricerca sull’impresa e lo sviluppo (CERIS).

Altri incarichi

Professore straordinario di glottologia e linguistica presso l’Università degli studi della Tuscia.

Lingue conosciute oltre l’italiano

Inglese, francese, tedesco.

Attività di ricerca

L’attività di ricerca si svolge lungo tre filoni principali: l’italiano e i dialetti italiani; le lingue dell’Italia antica; la storia del pensiero linguistico dell’Otto e Novecento, con particolare riguardo agli inizi della dialettologia italiana.
Ha partecipato, come membro effettivo o responsabile di unità di ricerca, ai seguenti progetti di ricerca nazionali finanziati (Prin):
1999-: Morphosyntactic features of the category of number?
2000-: Technical support to the project: “Il cantiere del Valla”
2001-: Morphology and syntax of gender and number in East Indo-European languages?
2003-: Discontinuity and creolization trends in european languages
2005-: Levels of analysis in the history of Indo-European languages" (as the responsible of a research unit on "Phonology and Etymology in Armenian, Indo-Iranian and Latino-romance")
2008-: Language contact and Language Change in Mediterranean: North Africa and Ancient Near East
2010/2011-: Linguistic representations of identity. Sociolinguistic models and historical linguistics

Principali pubblicazioni

Volumi:
• L’italiano contemporaneo, pp. 128, Roma, Carocci 2002
• Il Misogallo romano. Un canzoniere politico antigiacobino della fine del ‘700, Bulzoni, Roma 1999, pp. 764 in collaborazione con M. Formica; sono di competenza di L.L. l’edizione dei testi, l’apparato critico, la nota linguistica, la nota al testo e i glossari dialettali.

Curatele:
• Marco Mancini e L. Lorenzetti (a cura di), Discontinuità e creolizzazione nell’Europa linguistica, Roma, Il Calamo 2012, ISBN 88-89837-84-5
• Marco Mancini e L. Lorenzetti (a cura di), Le lingue del Mediterraneo antico, Roma, Carocci 2013, ?ISBN 978-88-430-6919-4

Articoli in volume e rivista:
• Sulla conservazione di /k/ nel latino d’Africa, in Actas del XXVI Congreso Internacional de Lingüística y Filología Románica (Valencia, 6-11 settembre 2010), a cura di Emili Casanova Herrero, Cesáreo Calvo Rigual, Berlino, De Gruyter, 2013: vol. IV pp. 585-596 (con Giancarlo Schirru) (ISBN: 978-3-11-029982-3)
• Etimologia e storia di due parole romanesche, in M. Loporcaro, V. Faraoni e V. De Pretoro (a cura di), Vicende storiche della lingua di Roma, Atti del Convegno di studi (Zurigo, 17-19 settembre 2009), Alessandria, Ed. dell'Orso, 2011, pp. 133-150
• Salvioni sul sostrato, fra Ascoli e Merlo, in M. Loporcaro (a cura di), Itinerari salvioniani, Tübingen und Basel, A. Francke Verlag 2011, pp. 69-79
• Cottìo, “Lingua nostra”, 72 2010, pp. 1-6
• Un indizio della conservazione di /k/ dinanzi a vocale anteriore nell’epigrafia cristiana di ?Tripolitania, in Leptis Magna. Una città e le sue iscrizioni in età tardoromana, dir. Ignazio Tantillo, Cassino (Fr), Università degli Studi di Cassino, 2010: 303-11 (in collaborazione con G. Schirru).
• Nomi, soprannomi e appellativi di personaggi della tradizione romanesca, in Enzo Caffarelli e Paolo Poccetti (a cura di), L’onomastica di Roma. Ventotto secoli di nomi, Atti del convegno internazionale (Roma 19-21 aprile 2007), Roma, Società editrice romana 2009, pp. 321-332?18.
• Note a margine dell’Origine della lingua italiana di Girolamo Torquati (1885), in “Bollettino di italianistica”, 5 2008, pp. 28-44?19.
• Prodigo, “Contributi di filologia dell’Italia mediana”, 21 (2007 recte 2008), pp. 277-86?20.
• ‘Sgamare’ reloaded. “Lingua Nostra”, 2007, p. 48-52?21.
• Un decennio di studi linguistici sui dialetti del Lazio: bilanci e prospettive. In: C. Giovanardi e F. Onorati (a cura di), Le lingue der monno. Atti del convegno (Roma, 22/25 novembre 2004), Roma, Aracne 2007, pp. 197-215?22.
• “Etrusco” faboul?nia ‘giusquiamo’ (Dioscoride 4, 68). “Archivio Glottologico Italiano”, 90 2005
• Linguistica voce enciclopedica. In La piccola Treccani: dizionario enciclopedico, Supplemento INTER-Z, Roma, Istituto dell’Enciclopedia Italiana 2002
• Sulla grammaticalizzazione di ‘dice’ nell’italiano parlato, in S. Heinemann, G. Bernhard, D. Kattenbusch (hrsg.), Roma et Romania. Festschrift für Gerhard Ernst zum 65. Geburststag, Tübingen, Niemeyer 2002, pp. 211-21
• Lingua e generazioni nella provincia romana, “Italienisch”, 45 2001, pp. 25-40.?28
• Il latino dei cippi prenestini. Note a margine di un libro recente, “Respublica literarum”, XXII
• Sull’ingresso in italiano di voci gergali attraverso la “lingua dei giovani” (il caso di ‘paraculo’), “Studi linguistici italiani”, 24 1998, pp. 239-53
• Italienisch und Romanisch / L’italiano e le lingue romanze, in Lexikon der romanistischen Linguistik (LRL), a c. di G. Holtus, M. Metzeltin e Chr. Schmitt (art. 459), vol VII: Kontakt, Migration und Kunstsprachen. Kontrastivität, Klassifikation und Typologie, Tübingen, Niemeyer 1998, pp. 32-55.
• It. ‘scafare’, dial. centr. ‘scafà’, lat. ‘scabo’. Su alcuni continuatori romanzi di un possibile rusticismo latino, “Studi linguistici italiani”, 23 1997, pp. 89-99.
• "Santa Fumìa": note su un toponimo greco altomedievale dei Colli Albani, “Documenta Albana”, II s., 16-17 (1994-95 recte 1997), pp. 93-99.
• Ancora su “sgamare”. Note di etimologia gergale, “Quaderni di Semantica”, 33 (1.1996), pp. 131- 48.
• I movimenti migratori, in L. Serianni e P. Trifone (a cura di), Storia della lingua italiana, Torino, Einaudi 1994, vol. III (Le altre lingue), pp. 627-67.
• Robivecchi nota etimologica, in “Lingua Nostra”, 55 1994, pp. 110-13
• Aspetti della formazione delle parole nei lessici scientifici, in A. Ramberti (a cura di), Riflessioni ?sul linguaggio, Sant’Arcangelo di Romagna, Fara editore 1993, pp. 41-60.
• Dialetti e lingue nel Lazio, in A. Caracciolo (a cura di), Storia delle regioni dall’Unità ad oggi. Il Lazio, Torino, Einaudi 1991, pp. 306-64 (in collaborazione con T. De Mauro).

in stampa:
• Cent’anni dopo. Un confronto coi dati dell’inchiesta di Nunzio Maccarrone a Cervaro, in F. Avolio ?(a cura di), Atti della giornata di studi sui dialetti della Media Valle del Liri e delle zone limitrofe ?— Colfelice, 11/12/2010 (in collaborazione con Marilena Marsella)
• Greek and Latin Contacts, in G. Giannakis (ed.), Encyclopedia of Ancient Greek Language and ?Linguistics, Leiden, Brill
• Greek/Latin Bilingualism, in G. Giannakis (ed.), Encyclopedia of Ancient Greek Language and ?Linguistics, Leiden, Brill

Breve profilo biografico

Laureatosi all’Università di Roma «La Sapienza», ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1995 con una tesi dedicata agli aspetti morfologici e sintattici dei dialetti dei Castelli romani. È stato ricercatore di glottologia e linguistica presso l’università della Tuscia (1996-2002), poi professore associato all’università di Cassino (2002-2012), dove ha diretto il Centro linguistico d’ateneo (2004-2010), infine professore straordinario, di nuovo alla Tuscia (2012-oggi). È membro del collegio del Dottorato di ricerca in Linguistica storica e storia linguistica italiana che ha sede all’Università di Roma «La Sapienza».
Ha insegnato, oltre che per titolarità nelle università suddette, anche per affidamento nell’università Suor Orsola Benincasa (Napoli). È stato responsabile degli scambi Erasmus tra l’università di Cassino e la Ruhr-Universität di Bochum (Germania) tra il 2005 e il 2012. 

TORNA SU